Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
19 mag 2022

Forlì, Dell’Agnello ai saluti "Ho dato tutto me stesso"

Ufficializzato ieri il divorzio fra il club e il tecnico, amareggiato per l’addio: "Hanno contato tanto per me questi tre anni con l’Unieuro, ringrazio tutti"

19 mag 2022
simone casadei
Sport
E’ finita con l’eliminazione al primo turno con Cantù l’esperienza di Sandro Dell’Agnello a Forlì, dopo aver conseguito però anche importanti risultati
E’ finita con l’eliminazione al primo turno con Cantù l’esperienza di Sandro Dell’Agnello a Forlì, dopo aver conseguito però anche importanti risultati
E’ finita con l’eliminazione al primo turno con Cantù l’esperienza di Sandro Dell’Agnello a Forlì, dopo aver conseguito però anche importanti risultati
E’ finita con l’eliminazione al primo turno con Cantù l’esperienza di Sandro Dell’Agnello a Forlì, dopo aver conseguito però anche importanti risultati
E’ finita con l’eliminazione al primo turno con Cantù l’esperienza di Sandro Dell’Agnello a Forlì, dopo aver conseguito però anche importanti risultati
E’ finita con l’eliminazione al primo turno con Cantù l’esperienza di Sandro Dell’Agnello a Forlì, dopo aver conseguito però anche importanti risultati

di Simone Casadei

Sandro Dell’Agnello non sarà l’allenatore della Pallacanestro 2.015 Forlì nel campionato 202223. La notizia, comunque già ampiamente nell’aria, è stata ufficializzata ieri dalla società biancorossa: è la prima mossa del ‘mercato’ a distanza di pochi giorni dall’eliminazione ai playoff per mano di Cantù. Si chiude così dopo un triennio l’esperienza a Forlì del tecnico livornese, che già aveva guidato la compagine forlivese nella stagione 201213 in epoca FulgorLibertas.

Tre annate, le ultime, fatte di tanti alti e anche qualche basso, come il settimo posto dell’ultimo campionato – comunque costellato di problematiche assortite – e la serie playoff contro l’Eurobasket dello scorso anno. In tutto ciò, però, non mancano i prestigiosi traguardi raggiunti da Dell’Agnello alla guida dell’Unieuro, contribuendo "ad una complessiva crescita della società", come evidenzia il club nella nota dell’addio al coach emessa ieri.

Con lui alla guida, per la prima volta nella sua storia la Pallacanestro 2.015 ha raggiunto le Final Eight di Coppa Italia di A2 (2020, 2021) e ha disputato la finale di Supercoppa nell’autunno del 2020, perdendo contro Scafati. Giachetti e compagni hanno inoltre chiuso davanti a tutti la regular season 202021, col tecnico biancorosso insignito del titolo di miglior allenatore del girone di andata da parte di Lnp. Infine, con Dell’Agnello in panchina, Forlì ha raggiunto tre delle quattro qualificazioni ai playoff di A2 centrate dal 1999 in avanti.

Il commento di Dell’Agnello è malinconico: "È impossibile esprimere ciò che provo in questo momento e ciò che sono stati questi miei tre anni a Forlì. Lascio la società portandomi dietro un’esperienza lavorativa e umana importante, compiendo un percorso di rilievo. Ho dato tutto me stesso per questa maglia, che mi ha coinvolto totalmente fin dal primo giorno. Rimarranno con me i rapporti umani costruiti nel tempo con la dirigenza, i giocatori e tutti i forlivesi che mi hanno sempre supportato. Grazie a tutti".

"Le belle storie hanno un inizio e una fine – fanno eco le parole del presidente, Giancarlo Nicosanti –. Ma abbiamo vissuto tre anni importanti per la giovane storia della nostra società e abbiamo avuto la fortuna di condividere un evidente percorso di crescita con un grande allenatore come Sandro. Nell’ultima stagione non siamo stati fortunati su tante circostanze, ma anche le ultime partite contro un’ottima squadra come Cantù, hanno mostrato la bontà del lavoro portato avanti. Voglio ringraziarlo – conclude il presidente – per quello che ci ha dato e trasmesso. Oltre a essere un grande allenatore, è una persona di valore".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?