Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
22 mag 2022

Forlì, prime scelte per il futuro: priorità a Bolpin e a Palumbo

Poche le conferme. Ma sarebbe importante tenere i due giocatori più cresciuti durante l’annata

22 mag 2022
Bolpin e Palumbo con Giachetti: il capitano potrebbe ritrovarsi con coach Martino
Bolpin e Palumbo con Giachetti: il capitano potrebbe ritrovarsi con coach Martino
Bolpin e Palumbo con Giachetti: il capitano potrebbe ritrovarsi con coach Martino
Bolpin e Palumbo con Giachetti: il capitano potrebbe ritrovarsi con coach Martino
Bolpin e Palumbo con Giachetti: il capitano potrebbe ritrovarsi con coach Martino
Bolpin e Palumbo con Giachetti: il capitano potrebbe ritrovarsi con coach Martino

È passata poco più di una settimana dalla sconfitta che ha segnato la fine della stagione dell’Unieuro. La sensazione è che in viale Corridoni si voglia presto lasciare alle spalle questa difficile annata, condizionata da infortuni e da qualche errore di valutazione. Via coach Sandro Dell’Agnello, già forti le voci che vedono Forlì a caccia di un big da mettere sulla panchina, con Antimo Martino favorito su Demis Cavina, per rilanciare entusiasmo e ambizioni nel corso della prossima annata. Sebbene l’ultima parola spetterà al nuovo coach e al settore tecnico, l’Unieuro può iniziare anche le valutazioni per quanto riguarda il roster, partendo dai giocatori che hanno vestito la maglia biancorossa in questa stagione.

Ripartire da qualche punto fermo, infatti, potrebbe essere utile per non rendere il 202223 un nuovo anno zero, in cui rifondare tutto. Uno dei nomi più papabili per una conferma è quello di Riccardo Bolpin: l’esterno veneto, infatti, ha disputato un’annata di alto livello, in costante crescita, chiudendo l’annata come miglior marcatore della squadra per punti realizzati e come miglior realizzatore dei playoff, dove ha viaggiato a quasi 12 punti di media. Tra i giocatori che potrebbero tornare a vestire la maglia di Forlì c’è anche Lorenzo Benvenuti: il lungo livornese è reduce da una stagione al di sotto delle aspettative, ma ha contratto anche per la prossima stagione e non è da escludere una riconferma.

Un altro giocatore su cui dovranno essere fatte importanti riflessioni è Mattia Palumbo: il playmaker classe 2000 ha disputato una stagione più che positiva in maglia Unieuro, dove ha mostrato tutte le sue qualità di gestione della palla e la sua grande energia su entrambi i lati del campo. Le possibilità di rivederlo a Forlì sembravano decisamente ridotte, visto che era in prestito dalla Fortitudo Bologna, con cui aveva un contrato pluriennale, contratto che però si risolverà a causa della retrocessione della formazione bolognese. Libero da vincoli, sicuramente Palumbo sarà un pezzo pregiato del mercato, sebbene non essendo più under come nella presente stagione, il suo valore sarà diverso rispetto ad un anno fa. Confermarlo oppure no? Molto dipenderà da lui. Oltre che dalle scelte in relazione al ruolo di playmaker, scelte che riguarderanno anche capitan Jacopo Giachetti.

Dopo quattro stagioni in maglia forlivese, anche il veterano biancorosso potrebbe essere in uscita, anche se nessuna decisione sembra presa in merito. Se l’Unieuro dovesse scegliere in panchina coach Antimo Martino, potrebbe ricostruirsi un tandem già visto a Ravenna nella stagione 201718.

Al di fuori di questa lista, difficilissimo che qualcun altro dei giocatori visti quest’anno possa essere confermato: non si rivedranno i due americani, visto che Erik Rush ha già salutato e ringraziato la piazza, mentre Kalin Lucas è il classico giramondo con mercato mondiale, così come pare difficile che uno tra Bruttini, Natali e Pullazi possa tornare (lo stesso Dell’Agnello è parso critico verso il suo acquisto). Insomma, l’estate è ancora lunga, ma Forlì sembra voglia fare sul serio, per provare a riprendere il suo cammino di crescita.

Valerio Rustignoli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?