Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
15 mag 2022

Il Forlì si congeda dal ‘Morgagni’ Graffiedi: "Un impegno da onorare"

Arriva il Fanfulla (ore 16), a cui serve almeno il pari, ma il mister biancorosso rilancia: "È una gara da vincere"

15 mag 2022
marco lombardi
Sport
Mattia Graffiedi: ha portato i galletti alla salvezza, ancora da capire il suo futuro
Mattia Graffiedi: ha portato i galletti alla salvezza, ancora da capire il suo futuro
Mattia Graffiedi: ha portato i galletti alla salvezza, ancora da capire il suo futuro
Mattia Graffiedi: ha portato i galletti alla salvezza, ancora da capire il suo futuro
Mattia Graffiedi: ha portato i galletti alla salvezza, ancora da capire il suo futuro
Mattia Graffiedi: ha portato i galletti alla salvezza, ancora da capire il suo futuro

di Marco Lombardi

Disarcionare il Fanfulla nella disfida del ‘Morgagni’ (ore 16) per salutare il pubblico di biancorosso brandizzato con una vittoria: questo è l’obiettivo dei galletti, giunti al penultimo round del loro tribolatissimo campionato, l’ultimo per l’appunto in casa. Forlì e Fanfulla, così lontane e così vicine; entrambe impantanate nella terra di nessuno della classifica. I romagnoli sono salvi, e per come si era messa la stagione a una certa è già grasso che cola; i lodigiani, attardati di una lunghezza, quasi: il ‘Guerriero’ lombardo necessita ancora di un punticino per l’aritmetica certezza, indi per cui oggi scenderà in trincea per chiudere il discorso e prenotare l’ombrellone.

"Sarà una bella partita, aperta e combattuta", garantisce Mattia Graffiedi. Che scansa l’idea di un salomonico pareggio annunciato: "È l’ultima in casa e ci teniamo a chiudere bene, possibilmente con una vittoria, davanti alla nostra gente; ai ragazzi ho chiesto proprio questo, di onorare l’impegno".

Raggiunto l’obiettivo (minimo), l’establishment biancorosso può ora indagare i motivi dell’ennesimo campionato anonimo (il -40 dalla capolista Rimini non ammette repliche) e disporsi a gettare le basi per la prossima stagione. Con o senza Mattia Graffiedi? "Chiedete alla società – glissa il tecnico –, io ho ancora due partite da portare a termine nel migliore dei modi...".

Capitolo formazione: l’uomo di Cesenatico vota la linea verde ("nell’arco della gara ci sarà spazio sicuramente per almeno cinque o sei under, era già accaduto a Budrio contro il Mezzolara"), ma deve arrangiarsi; nutrita, infatti, la lista degli indisponibili, che annovera gli infortunati De Gori, Boccardi e Giacobbi, ai quali si è aggiunto bomber Pera ("ha rimediato una distorsione in allenamento"). Nemmeno convocato il ‘desaparecido’ Longo; qui sta la ‘sapienza’: chi ha orecchie per intendere intenda, gli altri... in roulotte.

Ergo davanti a Ravaioli dovrebbero agire, da destra a sinistra: Fabbri, Ronchi, Pezzi e Malandrino; cerniera di centrocampo di lotta e di governo con Scalini a dirigere il traffico, supportato da Elia ed Erik Amedeo Ballardini (quest’ultimo in testa nel ballottaggio con Piva); peso dell’attacco sulle spalle di Manara (sempre più convincente), cui spetterà il compito di non far rimpiangere lo ‘special one’, potendo giovarsi del contributo di Gkertsos e Rrapaj sguinzagliati ai lati. Al ‘Tullo Morgagni’ fischierà Matteo Dini della sezione di Città di Castello (assistenti Morsanuto e Savasta). Domenica poi l’epilogo della stagione per i biancorossi sarà in casa della Correggese, formazione reggiana attualmente quarta e quindi in lotta per centrare un posto nei playoff.

Il probabile 11 (4-3-3): Ravaioli; Fabbri, Ronchi, Pezzi, Malandrino; E. Ballardini, Scalini, E. A. Ballardini; Gkertsos, Manara, Rrapaj.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?