di Ugo Bentivogli La personale campagna marchigiana di Carlotta Cipressi si è chiusa con un piccolo trionfo, pur senza salire sul gradino più alto del podio. Quattro gare e quattro medaglie al collo ad Ascoli Piceno ai Campionati Italiani juniores sulla pista del velodromo Monticelli: due gli argenti, raccolti nella gara a eliminazione e nel keirin, e altrettanti bronzi, nei 500 metri da fermo e nello...

di Ugo Bentivogli

La personale campagna marchigiana di Carlotta Cipressi si è chiusa con un piccolo trionfo, pur senza salire sul gradino più alto del podio. Quattro gare e quattro medaglie al collo ad Ascoli Piceno ai Campionati Italiani juniores sulla pista del velodromo Monticelli: due gli argenti, raccolti nella gara a eliminazione e nel keirin, e altrettanti bronzi, nei 500 metri da fermo e nello sprint.

Prima, martedì, la ciclista forlivese aveva ottenuto il bronzo nello sprint e l’argento nell’eliminazione. Ieri ha bissato, sempre alle spalle di Sara Fiorin, che ha chiuso questi campionati con quattro ori. La Fiorin è stata inarrivabile nel keirin, la gara che prevede due giri e mezzo di lancio dietro la moto e altrettanti in una lunga volata, ma la Cipressi ha fatto completamente il suo dovere battendo tutte le altre concorrenti e tagliando il traguardo per seconda dietro la fortissima rivale.

Infine i 500 metri da fermo: la forlivese è partita per terz’ultima e ha ottenuto il miglior tempo sino a quel momento, in 41’’386. Subito dopo di lei hanno gareggiato le due grandi favorite: prima il suo tempo è stato superato da Giulia Andreotti (38’’703) e poi appunto da Sara Fiorin, che ha vinto in 38’’495.

"Sono molto contenta di queste quattro medaglie – racconta la stessa Carlotta Cipressi, appena finite le competizioni nelle Marche – e ho partecipato a tutte le gare, pur sapendo che non erano le mie specialità. Ma avevo ancora voglia di correre e mi sono davvero divertita".

Questi Campionati Italiani sono stati l’ultima gara stagionale della Cipressi, tra l’altro l’ultima in assoluto con la maglia della squadra forlivese Re Artù, team che alla fine di questo 2020 chiuderà i battenti per sempre. "Dopo tante gare certamente mi spiace – conclude la Cipressi – ma a questo punto cambiare era inevitabile. Nel 2021 correrò per la formazione giovanile piacentina del VO2 Pink Team: sarà una novità assoluta per me ma si tratta di una squadra importante a livello nazionale, molto organizzata e – conclude fiduciosa – confido di fare bene".