di Giacomo Mascellani Il grande giorno è arrivato, con oltre undicimila persone che si sono svegliate all’alba per incamerare più calorie possibile e pedalare. Le luci delle camere degli alberghi della riviera si accendono quando il resto dell’Italia ancora sta dormendo. Poi, come per magia, una marea di ciclisti proveniente da tutte le parti si ritrova nel centro di Cesenatico. Alle 7 i cancelli si aprono e sulla via Cesenatico in direzione Cesena, la marea diventa un serpentone lunghissimo e colorato. E’ questa la Nove Colli, la gran fondo più importante d’Europa che si disputa oggi. Per la 50esima edizione della corsa i riflettori sono...

di Giacomo Mascellani

Il grande giorno è arrivato, con oltre undicimila persone che si sono svegliate all’alba per incamerare più calorie possibile e pedalare. Le luci delle camere degli alberghi della riviera si accendono quando il resto dell’Italia ancora sta dormendo. Poi, come per magia, una marea di ciclisti proveniente da tutte le parti si ritrova nel centro di Cesenatico.

Alle 7 i cancelli si aprono e sulla via Cesenatico in direzione Cesena, la marea diventa un serpentone lunghissimo e colorato. E’ questa la Nove Colli, la gran fondo più importante d’Europa che si disputa oggi. Per la 50esima edizione della corsa i riflettori sono puntati per far vedere lo spettacolo nel mondo intero, visto che ci saranno troupe televisive, fotografi e giornalisti. Alla partenza in prima fila accanto ai vip, ex campioni di varie discipline sportive e ori olimpici, ci saranno il presidente della Fausto Coppi Andrea Agostini e il sindaco uscente di Cesenatico Matteo Gozzoli, il quale poi parteciperà alla corsa. Nel percorso lungo di 205 chilometri i corridori dopo aver raggiunto Cesena si dirigono verso Forlimpopoli e la prima salita, quella di Polenta (305 metri). Poi si scende a Fratta e Meldola, per risalire a Pieve di Rivoschio (400). Dopo aver raggiunto San Romano, un nuovo strappo, quello di Ciola (531), e il Barbotto (515). Poi si raggiunge Ponte Uso, Sogliano, Monte Tiffi (405), Perticara (655) e Pugliano (787). L’ottavo colle è al Passo delle Siepi (434), il nono è il Gorolo (318 metri), poi si scende fino a Cesenatico.

Il percorso di 130 chilometri prevede invece quattro colli da scalare. Per le biciclette elettriche a pedalata assistita, le e bike, è disegnato un percorso di 94 chilometri.

L’arrivo è sul lungomare Carducci all’altezza della colonia Agip, dove è stato allestito un grande villaggio in grado di accogliere decine di migliaia di persone tra ciclisti e accompagnatori. Fra le novità di quest’anno c’è l’assegnazione di un nuovo trofeo dedicato ai vip, verrà infatti assegnato il primo ’Nove Colli ex-pro Challenge’, che premierà il miglior ciclista ex professionista sul percorso medio di 130 chilometri.

La granfondo ha anche un progetto benefit. È la NoveColli4Children, con un dream team formato dagli ex campioni Mario Cipollini, Paolo Bettini, Ivan Basso, gli ex ciclisti professionisti Marco Marcato, Luca Paolini, Matteo Montaguti, Marco Saligari e l’ex olimpionico di sci di fondo Cristian Zorzi. Tutti oggi corrono per sostenere lo Ior, l’Istituto oncologico romagnolo, che ha sede nel reparto di Oncoematologia Pediatrica dell’ospedale Gaslini di Rimini. In questa iniziativa il gruppo ciclistico Fausto Coppi e Sportful doneranno 5mila euro a testa, arrivando a garantire allo Ior 10mila euro, tuttavia se almeno quattro corridori del team riusciranno a terminare il percorso medio di 130 chilometri sotto il tempo limite di 4 ore, la Fausto Coppi e Sportful raddoppieranno il loro impegno, portando la donazione a 20mila euro.

Il glorioso gruppo ciclistico Fausto Coppi punta anche a una granfondo sempre più green e rispettosa dell’ambiente, dove i rifiuti saranno riciclati e chi getta cartacce, contenitori e borracce viene sanzionato ed escluso dalla corsa, finendo in una black list dell’organizzazione.