Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
20 apr 2022

Landi e i biancorossi: una sfida tra ex

Torino schiera il pivot dell’Unieuro 202021. Ma anche Giachetti e Bruttini hanno precedenti a maglie invertite

20 apr 2022

Questa sera, alle 20.30, torna in campo l’Unieuro per un test interessante in ottica playoff: i biancorossi saranno di scena sul parquet di Torino, ospite di una Reale Mutua di alto livello, ben più di quanto non dica la classifica, che racconta di un comunque ottimo quinto posto. Secondo attacco del girone Verde (oltre 81 punti a partita), tra le migliori tre per percentuali da due (55%), rimbalzi (quasi 40 a gara), assist (poco meno di 18 di media) e valutazione (91,4 a partita): questi sono gli importanti numeri della formazione allenata da coach Edoardo Casalone, alla sua prima stagione da capoallenatore.

Finora Torino è stata spesso condizionata dagli infortuni, e ora cerca di scalare la graduatoria per posizionarsi al meglio in vista della post season: esattamente come Forlì. Importante è stato fin qui il contributo alla causa del duo americano: Devon Scott è un lungo dotato di grande fisicità e presenza sotto le plance (quasi 16 punti e 9 rimbalzi di media, uno dei migliori del torneo), mentre in cabina di regia Trey Davis dava grande pericolosità (15+5 assist a gara), ma il suo infortunio ha obbligato la squadra ad importanti cambiamenti. Al posto di Davis è arrivato Kone (6 punti di media in 18’): entrambi sono in lizza per giocare stasera.

Nelle rotazioni degli esterni ci sono il giovane Oboe, il solido Toscano e un Mirza Alibegovic sempre più punto di riferimento: 15 punti e 4 assist è la sua media, 20 i punti realizzati nell’ultimo match contro Ravenna. Sotto le plance, oltre al già citato Scott, occhio all’ex forlivese Aristide Landi (11 punti di media e grande pericolosità perimetrale), uno dei volti della sfortunata stagione scorsa, lasciato libero in estate: potrebbe essere in cerca di riscatto. A proposito di ex, sono tali anche Jacopo Giachetti, Davide Bruttini e il gm Renato Pasquali: insieme vinsero il campionato 201415.

Per Torino entrano in campo anche l’esperto Niccolò De Vico e Giordano Pagani, che si sta confermando importante risorsa nelle rotazioni. Oltre a (forse) Trey Davis, è in infermeria c’è anche Ruben Zugno, che coach Sandro Dell’Agnello ha allenato nella sua esperienza a Bergamo nel 201819.

Insomma, per Forlì sarà una sfida estremamente interessante, contro una squadra di valore, che finora non sempre ha brillato contro le formazioni più ambiziose del torneo: lo dimostra la sconfitta di domenica scorsa a Ravenna. Un successo esterno darebbe importanti conferme a tutto l’ambiente forlivese, certificando la crescita dell’Unieuro negli ultimi mesi, da osservare con grande interesse in vista dei playoff; in caso di sconfitta, invece, l’Unieuro subirebbe una battuta d’arresto, lasciando per strada due punti importanti in un classifica cortissima. Sarà, quindi, una sfida tutta da vivere, un test di livello per saggiare il livello delle avversarie del girone Verde, in vista del finale di stagione.

Valerio Rustignoli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?