Quotidiano Nazionale logo
28 apr 2022

Libertas, spareggio per i playoff Morolli: "Stagione splendida"

Il coach in vista del match di Cremona: "Loro forti ma faremo al nostra partita, è una chance non prevista"

Coach Luigi Morolli, alla seconda stagione alla guida della Libertas Bleu Line: l’anno scorso la promozione in B1, quest’anno subito un campionato di vertice
Coach Luigi Morolli, alla seconda stagione alla guida della Libertas Bleu Line: l’anno scorso la promozione in B1, quest’anno subito un campionato di vertice
Coach Luigi Morolli, alla seconda stagione alla guida della Libertas Bleu Line: l’anno scorso la promozione in B1, quest’anno subito un campionato di vertice

Luigi Morolli, sabato l’ultimo atto della regular season per la sua Libertas Bleu Line, a Cremona, sarà un spareggio playoff.

"Sì ed è una chance che non era prevista. Viviamo il momento con serenità ed entusiasmo, consci che servirà un’impresa al cospetto di una squadra partita con l’obiettivo minimo di disputare i playoff e ora solo due punti davanti a noi. Detto questo, andremo là tranquilli e con lo spirito di dare il massimo, affrontando l’Esperia Cremona come abbiamo fatto con la capolista Montale. Le motivazioni sono altissime, dovremo tradurre in campo tutto il lavoro svolto in questi due anni insieme".

Come arriva la squadra al crocevia del ‘PalaCambonino’?

"In ottime condizioni. Stiamo lavorando bene, ai nostri livelli e col massimo impegno. Le ragazze sono pronte".

Fondamentale arginare gli attaccanti cremonesi, segnatamente Lodi e Coppi.

"Sono forti, come del resto tante altre giocatrici incontrate nell’arco della stagione... Noi però non ci abbatteremo nei momenti di difficoltà, faremo la nostra partita e vedremo di divertirci".

Comunque vada, sarà un successo, giusto?

"Considerato che siamo una neopromossa, abbiamo disputato una stagione entusiasmante, questo è certo. Centrare i playoff o, male che vada, chiudere al terzo posto è tanta roba. La società non ci ha mai messo pressioni e io ho potuto avvalermi di uno staff d’alto livello, con cui ho lavorato in perfetta sinergia. L’unico rammarico, in questi due anni, è stato quello di giocare senza pubblico sugli spalti; contro Montale, infatti, abbiamo sentito la spinta dei tifosi".

Bleu Line rivelazione del campionato, altri invece hanno deluso.

"Preferirei non fare nomi, ma è evidente che abbiamo lasciato alle nostre spalle squadre molto attrezzate, un paio delle quali sono addirittura retrocesse nonostante un’ottima organizzazione di gioco, a dimostrazione degli equilibri sottilissimi del campionato. Sarebbero bastate due o tre sconfitte di fila per ribaltare le prospettive e invece siamo sempre rimasti a galla, aggiudicandoci 5 tie-break importantissimi".

È il gruppo il segreto della Bleu Line?

"Sì, fortunatamente siamo riusciti a plasmare una squadra coesa, composta da elementi giovani e un paio di pedine più esperte, che però sembrano più fresche delle altre per l’impegno che ci mettono. Tutte le ragazze, comunque, nel corso della stagione sono cresciute, incluse le giovanissime che inizialmente hanno pagato un po’ lo scotto del salto di categoria. La bellezza di questo gruppo è che quando sembra affondare poi riemerge, riuscendo a ribaltare la partita. Non è cosa banale".

Luigi Morolli sarà al timone della Bleu Line anche nella prossima stagione?

"Adesso vogliamo finire bene e goderci ogni momento; poi nei prossimi giorni mi incontrerò con la società, con cui c’è grande sintonia, e in base ai programmi vedremo di trovare un accordo".

Marco Lombardi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?