Quotidiano Nazionale logo
21 apr 2022

Lucas deraglia, buoni segnali da Palumbo

Il play non doveva giocare, lo fa bene per 20’. Combattivi Giachetti e Pullazi. Rush non punge

Rush 6. Se non altro, uno dei pochi a suo agio con le taglie extralarge dei dirimpettai: ci sono 5 rimbalzi, 1 assist, 2 recuperi, 3 falli subiti e un dato che dice che nei suoi 28’ di utilizzo Forlì ha pareggiato i conti. Il problema è che da qualche partita manca la pericolosità offensiva.

Giachetti 7. Un’altra partita offensivamente ispirata, con 15 punti e 713 dal campo in 23’. Considerando un livello di fisicità crescente, una delle poche buone notizie per Dell’Agnello.

Natali 4,5. Trova una tripla importante nel quarto periodo. Il resto è un allarme rosso, sia al tiro sia nei paraggi di Alibegovic, e questo preoccupa perché la difesa sarebbe la specialità della casa. Nei 21’ che Dell’Agnello gli concede, Torino fattura 20 punti di vantaggio.

Palumbo 6,5 (nella foto). Ci sono, sì, 4 palle perse e 4 falli commessi. Ma, a sentire Dell’Agnello, non avrebbe dovuto nemmeno giocare. Invece – questa è la buona notizia – a voler pensare al futuro prossimo mette in cascina 20’ preziosi: immacolato al tiro (33 da due), presente in alcuni momenti positivi.

Bolpin 4. Sveglia. Lo score è ordinato, ci sono anche 2 recuperi e un assist. Ma la stagione arriva al momento clou e in attacco è spuntato ormai da diverse partite (02 da tre), e anche in difesa soffre.

Lucas 5. La sua peggior partita: il 520 dal campo dovrebbe spiegare perché. Non riesce mai ad accendersi, soffre la fisicità di Torino (anche negli aiuti) quando si avvicina al ferro, sbagliando appoggi che di solito sono una formalità, e da lontano è notte fonda (15 da tre). Poco lucido sull’estremo tentativo di rimonta finale, sul -6.

Benvenuti 5,5. A parte la situazione in cui affronta Devon Scott senza mostrare paura, se parliamo di basket giocato registriamo un passo indietro: si divora un assist di Palumbo da pochi centimetri (sul ribaltamento Torino mette una tripla) e fallisce anche due liberi.

Bruttini 6,5. Quasi invisibile: appena 3 tiri, ma li segna tutti; porta comunque a casa 10 punti con 17 di valutazione e +1 nel plusminus. Resta d’attualità la questione del tonnellaggio contro la pattuglia di lunghi rivali.

Pullazi 6,5. La sensazione è sempre la stessa: che debba inventarsi di volta in volta un modo per rendersi utile. Stavolta è concentrato e applicato: segna 15 punti con due triple, pesca falli altrui importanti, strappa 8 rimbalzi. Rivedibile un tentativo di salvataggio dietro la schiena, ma di sicuro lotta finché può.

Marco Bilancioni

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?