MOTOGP Trionfale giornata di Andrea Dovizioso nella prima gara della stagione
MOTOGP Trionfale giornata di Andrea Dovizioso nella prima gara della stagione

Forlì, 19 marzo 2018 - Riesplode la Dovi-mania. Forlì, alla prima gara dell’anno della MotoGp, si emoziona e applaude da spellarsi le mani il suo campione delle due ruote, strepitoso vincitore in Qatar. Ma che i suoi fan più stretti, quelli di sempre, quelli del Ten bota Team (per chi non conoscesse il dialetto, ‘Tieni botta Team’), sapessero che il loro pupillo poteva subito fare la voce grossa, lo dimostra il fatto che in una dozzina avevano preso l’aereo ed erano volati da lui.

Poi, ben inquadrati davanti alle telecamere della mondovisione, hanno esultato festeggiandolo con le loro magliette bianche ben visibili tra la folla, con la scritta (una lettera per ogni schiena) Dovizioso, mentre davanti avevano stampato tutti lo 04, numero di gara e ora marchio di fabbrica di Desmodovi.

Belen Rodriguez, showgirl e fidanzata di Andrea Iannone

Da qualche anno in Qatar non va più il babbo di Dovi, Antonio, che si è goduto così la gara davanti alla televisione proprio a casa del figlio, in campagna a Poggio, assieme alla mamma Anna (che non va praticamente mai sui circuiti) e gasatissimo per la gara: «Volevo scommettere sulla sua vittoria – dice Dovizioso senior poco dopo il vibrante arrivo della corsa –, ma non l’ho fatto perché prima di tutto non scommetto e poi soprattutto per scaramanzia. Ero sicurissimo però che ce l’avrebbe fatta: era arrivato sempre secondo negli ultimi tre anni, quella pista gli piace moltissimo e stavolta era quella buona. Così è stato». E’ chiara la sua emozione: «E’ stato ancora bravissimo, calmo all’inizio e poi determinato. Mi stanno arrivando tanti messaggi, non riesco nemmeno a guardarli».

Davanti alla tv c’erano ovviamente anche quelli del fan club che non hanno potuto volare a Losail: «In alcuni ci siamo ritrovati insieme – dice ad esempio Davide Biguzzi, del ‘Team’ –, altri hanno preferito vedere la corsa da soli e Andrea ha fatto a tutti un bel regalo: ha fatto una grande gara, ma francamente non è una sorpresa. Martedì ci siamo ritrovati con lui ed era tranquillissimo, quanto consapevole dei suoi mezzi».

Intanto sul web piovono gli elogi e il ritornello è: «Ci sarà da divertirsi». Su Facebook si sprecano i post sia nella pagina ufficiale, sia su quelle dei siti e dei commentatori di motociclismo. E c’è anche una simpatica disputa a suon di rivendicazioni sui ‘natali’ di Dovi. E hanno ragione un po’ tutti: lui è nato a Forlimpopoli, ha vissuto a Capocolle e Santa Maria Nuova, ma anche a Coriano (dove ha fatto le scuole) e in centro a Forlì. E’ festa peraltro per la Romagna in generale, che adesso si esalta senza remore per lui, non più solo per ‘Vale’, con post da ogni angolo della terra ‘de mutor’.