Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

Forlì, Scozzoli quinto agli Europei di nuoto nella finale da record

Fabio soddisfatto del tempo mentre Peaty abbassa ancora il limite

Ultimo aggiornamento il 4 agosto 2018 alle 19:23
Fabio Scozzoli in acqua a Glasgow

Forlì, 4 agosto 2018 – Il nuotatore forlivese Fabio Scozzoli ha chiuso al quinto posto la finale europea dei 100 rana a Glasgow: 59”51 il tempo, 14 centesimi meglio di ieri, ma non abbastanza per salire sul podio nella gara che passerà alla storia per il record mondiale di uno strepitoso Adam Peaty, che ha nuotato in 57” netti.

Scozzoli (che a fine gara si è complimentato col campione europeo) è stato preceduto anche dal britannico James Wilby (argento) e i russi Anton Chupkov (bronzo) e Kiril Prigoda (FOTO). Per un centesimo ha invece preceduto il lituano Andrius Sidlauskas. L’atleta di San Martino in Villafranca, che ha compiuto 30 anni venerdì, era il più ‘anziano’ in vasca: arrivato con il quarto tempo di qualificazione, era terzo ai 50 metri (davanti a lui anche il serbo Siladji, poi arrivato ultimo). Poi alle sue spalle hanno rimontato tutti i favoriti della vigilia.

Alle telecamere della Rai si è comunque presentato sorridente: «Non è il mio miglior tempo stagionale, ma il podio era inavvicinabile». Anche ritoccando il 59”33 degli scorsi campionati tricolori, avrebbe dovuto scendere sotto 59” per il bronzo. «Ma il tempo è comunque molto buono. La preparazione è stata perfetta fino a primavera, poi qualche intoppo. Ma è sempre bello essere a eventi di questa portata», ha concluso con soddisfazione.

Martedì e mercoledì prossimo potrebbe avere più chance nei 50 rana, dove è campione europeo in vasca corta e dove, in una gara più corta, tutto potrebbe succedere.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.