GIANNI BONALI
Cronaca

A tu per tu con Testori, nato 100 anni fa

Incontri, rappresentazioni teatrali e workshop per ricordare il noto giornalista, critico d’arte e letterario legatissimo alla città di Forlì .

A tu per tu con Testori, nato 100 anni fa

A tu per tu con Testori, nato 100 anni fa

Cento anni fa nasceva, a Milano, Giovanni Testori, noto giornalista, poeta, critico d’arte e letterario, drammaturgo, sceneggiatore, regista teatrale e pittore. Forlì lo ricorda attraverso incontri, rappresentazioni teatrali, workshop che si terranno da questo sabato fino a febbraio. Gli eventi sono stati programmati non solo perché Testori è stato un grande intellettuale, ma anche perchè era legato a Forlì, città che ha sempre fatto parte della sua vita. "A Forlì c’è l’unico teatro in Italia dedicato a Testori - ha detto l’assessore alla cultura Valerio Melandri - che negli anni ’70 si chiamava Teatro Dell’Arca e oggi, col nome di Testori è sede di Elsinor, Centro di produzione teatrale, in via Vespucci a Forlì".

Il primo periodo trascorso da Testori a Forlì risale agli anni 1941 -1943 quando , ancora giovanissimo, scrisse articoli per ‘Pattuglia’, diretta da Walter Ronchi, ma che venne chiusa d’autorità da Mussolini nel 1943. Su Forlì Testori aveva scritto: "Io a questa città sono molto legato, perché qui c’era, ai tempi del fascismo, una rivista di fronda che si chiamava ‘Pattuglia’, chiusa d’autorità. Su questa rivista uscirono i primi tentativi di critica d’arte".

Proprio su ‘Pattuglia’ di Testori a Forlì si terrà l’incontro di sabato, ore 20,30, nel Salone del Palazzo Comunale in Piazza Aurelio Saffi, 8, in cui verrà presentato il volume ‘Giovanni Testori, Una dolcissima violenza sulle cose. Lettere e scritti negli anni di ‘Pattuglia’ con 50 suoi scritti oltre all’inedita corrispondenza di Testori con Walter Ronchi. Saranno presenti: Valerio Melandri, Davide Dall’Ombra, Mattia Patti, Rocco Ronchi e Daniela Piccari che leggerà l’atto unico di Testori ‘La morte’. Seguirà, il 25 novembre, ore 18, sempre nel Palazzo Comunale, l’incontro su ‘Testori a Forlì: l’avventura del Teatro dell’Arca’ con Laura Lotti e altri protagonisti del teatro dell’Arca, condotto da Giuseppe Frangi. Seguirà alle 20,30 al teatro Testori: ‘Sdisorè’ di Giovanni Testori con Michele Maccagno e musiche dal vivo.

Il 27 novembre, ore 20,30 al teatro Testori si terrà ‘Conversazioni con Testori’ tratte dal libro intervista di Luca Doninelli, con Andrea Soffiantini e regia di Paolo Bignamini. Il 30 novembre, ore 20,30, al teatro Testori andrà in scena ‘La monaca di Monza’ di Giovanni Testori con Yvonne Capece e Walter Cerrotta, prodotto da Elsinor e (S)Blocco5. Poi dal 23 al 30 gennaio all’Oratorio di San Sebastiano si terrà la mostra ‘Maestri e allievi’ su progetto e cura di Laura Lotti e Daniela Piccari. In febbraio, nella casa circondariale di Forlì avrà luogo ‘Parole di vita e libertà’ con lettura di testi di Testori da parte di Laura Lotti e di Daniela Piccari. Concluderà l’ampio progetto, in febbraio, nel salone comunale un dialogo con Daniele Mencarelli su ‘A tu per tu con la parola di Testori’.

Rosanna Ricci