Cisl, confronto sull'alluvione, Zattini, "Cgil Forlì gioca fuori dal coro"

Il consiglio generale della Cisl ha rappresentato un momento di confronto sulla risposta del territorio all'alluvione. L'appello: non strumentalizzare la tragedia. Zattini critica duramente la Giorgini per le sue parole divisive.

"Il consiglio generale della Cisl ha rappresentato un importante momento di confronto per riflettere insieme sulla straordinaria risposta del nostro territorio all’evento alluvionale dello scorso 16 maggio: è emersa l’unanime consapevolezza che per superare l’emergenza è necessario uscirne insieme, in un clima di collaborazione e unità. E’ risuonato forte e chiaro l’appello a non strumentalizzare la tragedia dell’alluvione stando alla larga da sommari giustizialismi. Appello al quale mi associo con determinazione". Duro all’opposto il commento che Zattini riserva quindi alle dichiarazioni di Maria Giorgini, segretaria forlivese della Cgil, all’incontro con Landini: "Prendo atto, invece, che per la Cgil di Forlì è partita la campagna elettorale. Le parole della Giorgini denotano un forte approccio divisivo e violento. È evidente che queste persone giocano fuori dal coro e non vogliono il bene della città. Il loro unico interesse è puntare il dito contro la macchina comunale e cavalcare la tragedia dell’alluvione per raggranellare fragili consensi. Non è questo quello che ci si aspetta da un sindacato che si vanta di essere al servizio dell’intera comunità".