’Confidenze’ su Eve Arnold

La scrittrice Simonetta Agnello Hornby racconta la sua amicizia con la grande fotografa statunitense Eve Arnold, incontrata per caso a New York all'inizio degli anni Ottanta. Una relazione intensa e duratura, vissuta tra visite a musei e trascorsi di Natale.

In occasione della mostra Eve Arnold. L’opera, 1950-1980 promossa dalla fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì con il Comune di Forlì, la Chiesa di San Giacomo del complesso museale di San Domenico ospita un ciclo di incontri aperti al pubblico pensato per raccontare la grande fotografa statunitense. Oggi alle 17.30 sarà la scrittrice Simonetta Agnello Hornby la prima protagonista del ciclo. La scrittrice racconterà il suo rapporto personale con la Arnold, conosciuta per caso a New York all’inizio degli anni Ottanta e con la quale ha condiviso un’intensa amicizia. "Ci siamo frequentate assiduamente nelle rispettive case - dice la Hornby - insieme abbiamo visitato mostre e musei e, per i dieci anni da lei vissuti in una casa di riposo, a Pimplico, insieme abbiamo trascorso molti Natali, noi due sole o con la famiglia di Frank, il suo unico figlio. Non ci siamo mai annoiate".