Eccidio delle Sodelle, la commemorazione

Grande partecipazione all’evento: c’erano anche molti giovani studenti.

Eccidio delle Sodelle, la commemorazione
Eccidio delle Sodelle, la commemorazione

Alla commemorazione dell’eccidio di 14 civili nel settembre 1944 da parte dei militari tedeschi alle Sodelle, Rio Torto di sopra e di sotto, Belvedere e Pelucello (poderi a cavallo dei comuni di Galeata e S. Sofia), hanno partecipato tanti giovani studenti dell’Istituto Comprensivo oltre ai sindaci dei due comuni, rappresentanti dell’Anpi, della Coop reduci, del Gruppo alpini e del Consorzio forestale alto Bidente che ha realizzato il ‘Sentiero del Vallone’ oltre alle guide di Tour de Bosc e di Bidente Bici Project. "Partecipo per la prima volta – precisa il sindaco di Galeata Francesca Pondini –, ne sono onorata e sinceramente commossa particolarmente leggendo tra i civili uccisi anche i nomi di due bambini innocenti e di tutta la loro famiglia sterminata con tanta brutalità. Il monumento a ricordo realizzato d’ intesa con le Anpi e le amministrazioni comunali di Galeata e S. Sofia, è sicuramente un segno modesto di ricordo, ma che intende restituire valore e dignità al sacrificio di tante vite umane che si sono spese nella lotta antifascista per difendere la democrazia che oggi noi possiamo respirare. Questo monumento potrà essere di memoria per i giovani che di passaggio in queste zone non potranno non fermarsi a rendervi omaggio. I ragazzi delle scuole presenti alla celebrazione – conclude – ne sono già un esempio e sapranno ricordare nel loro futuro questi tragici eventi".

o.b.