Ecco il blues di Baba Sissoko a Bertinoro

Il 'Drinkin Jazz Festival' si conclude con Baba Sissoko & Mediterranean Blues ai giardini della rocca vescovile. Il musicista maliano porta la sua tradizione griot in Calabria, mescolando suoni africani e jazz. Biglietti disponibili all'ingresso a 15 euro.

Ecco il blues di Baba Sissoko a Bertinoro

Ecco il blues di Baba Sissoko a Bertinoro

Dopo tre giorni di grande musica il ‘Drinkin Jazz Festival’ si chiude ai giardini della rocca vescovile, questa sera alle 21,15, con gli accordi blue del ‘Baba Sissoko & Mediterranean Blues’. Un insieme, guidato dal musicista maliano, di voci, ngoni, clarinetto, djembe, violino, congas, strumenti e artisti che creano un ponte che attraversa le onde, i confini, le latitudini. Baba Sissoko proviene da una dinastia di musicisti griot del Mali e, nel suo girare per il mondo, si è stabilito da tempo in Calabria. È un virtuoso del Tamani (tamburo parlante), del Ngoni (liuto a quattro corde), del Balaphon (simile alla marimba), della Calebasse (percussione) e della chitarra. Mantenendo viva la tradizione musicale maliana, Sissoko collabora con musicisti che dal jazz hanno indirizzato la loro ricerca verso le origini africane della ‘musica nera’: ama suonare e confrontarsi con artisti di diversa estrazione e cultura musicale. Biglietti disponibili all’ingresso. Costo: 15 euro.