Era novembre e tornò il sereno. Domani è ’Liberazione Day’

Il 9 di questo mese, nel 1944, Forlì potè dare l’addio alla dittatura nazifascista con lo sbarco in centro degli alleati. Diverse le manifestazioni in programma che coinvolgeranno anche istituti e studenti.

Era novembre e tornò il sereno. Domani è ’Liberazione Day’

Era novembre e tornò il sereno. Domani è ’Liberazione Day’

La Liberazione di Forlì ha avuto luogo il 9 novembre 1944, 79 anni fa: una data importante che viene ricordata con una serie di iniziative coordinate dall’amministrazione comunale. Domattina alle 9.30 in piazza Saffi avrà luogo la cerimonia istituzionale, durante la quale saranno deposte le corone ai lampioni di piazza Saffi e al sacrario ai caduti per la libertà, nel chiostro di San Mercuriale. Rende gli onori una schierante del 66° reggimento fanteria aeromobile Trieste e del 2° Gma dell’Aeronautica Militare. Alle 10.30 ci si sposta nel salone comunale dove avrà luogo un incontro con i ragazzi del liceo artistico Canova e dell’Iti Marconi per presentare i lavori degli studenti incentrati sulle figure dei partigiani Iris Versari e Arturo Spazzoli. Alle 17, sempre nel salone comunale, concerto per la Liberazione eseguito dalla banda Città di Forlì, diretta dal Maestro Roberta Fabbri. Alle 18 in Casa Saffi (via Albicini 25), incontro sul tema ‘La partecipazione delle donne romagnole alla Resistenza e alla guerra di Liberazione’. Interverrà Roberta Mira dell’Università di Bologna. La conferenza è organizzata dall’Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea, Anpi e Unione Donne in Italia. Nel contesto delle celebrazioni tenute dall’associazione nazionale ‘Vittime civili di guerra’ si terranno anche delle camminate a libera aggregazione lungo itinerari cittadini segnati dai bombardamenti. A guidare i partecipanti sarà lo storico locale Gabriele Zelli. La prima delle due camminate partirà sabato alle 10 da piazzale Martiri d’Ungheria (di fronte alla stazione ferroviaria), poi si replica sabato 18 novembre, sempre alle 10, dall’abbazia di San Mercuriale. Venerdì 17 alle 20.30 alla sala San Luigi si presenterà il documentario ‘Italian Victory 1944-45’ che mostra l’Emilia-Romagna nelle riprese dimenticate dei cameramen alleati. L’evento è a cura dell’associazione Senio River.

L’Istituto Storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Forlì-Cesena ha indetto un concorso fotografico sul tema della Liberazione rivolto a studenti: l’obiettivo è la celebrazione del prossimo anno, quando la cifra sarà tonda. Ai ragazzi si chiede di riprodurre a colori una o più delle numerose immagini delle località del territorio in situazioni di guerra o appena liberata, replicando nella maniera più fedele possibile (stessa angolazione, medesima prospettiva) l’originale in bianco e nero dell’epoca. A tal fine l’Istituto Storico mette a disposizione il materiale fotografico depositato nel proprio archivio di Forlì. Le immagini andranno inviate entro il 29 aprile 2024 a istorecofo@gmail.com. Un’apposita giuria indicherà le foto più riuscite, l’autore sarà premiato nel corso di una cerimonia pubblica durante le celebrazioni del 2024. Info: istorcofo@gmail.com; 0543.28999.