MARCO LOMBARDI
Cronaca

Forlì, faccia a faccia col Fanfulla: "Gara difficile, ma senza paura"

A Lodi (14.30) scontro per l’alta classifica, mister Antonioli: "Loro sono una rivelazione, noi stiamo bene"

Forlì, faccia a faccia col Fanfulla: "Gara difficile, ma senza paura"

Forlì, faccia a faccia col Fanfulla: "Gara difficile, ma senza paura"

Il profumo è quello inebriante del calcio che conta. Fanfulla-Forlì, in campo oggi (14.30) alla ‘Dossenina’ di Lodi, vale un posto in prima fila nel gotha del campionato. Appaiate a quota 17, due lunghezze sotto la sorprendente capolista Victor San Marino, entrambe le compagini viaggiano col vento in poppa – il Guerriero è in serie positiva da 5 giornate, scandite da 4 vittorie; il Galletto da 7, con 5 hurrà –, il morale alle stelle e un entusiasmo dilagante. Senza data di scadenza.

"Arriviamo bene all’appuntamento, forti dei risultati che ci gratificano ma, contestualmente, consci di affrontare un avversario che sta facendo grandissime cose", scandisce Mauro Antonioli. Che prosegue: "Ritengo il Fanfulla la rivelazione del campionato, al pari del San Marino, perché comunque si tratta di una squadra giovane e priva di nomi altisonanti, ma che ha i nostri stessi punti e viene da un filotto di risultati importanti".

È ragionevole pensare, dunque, a "una partita difficile, nella quale le condizioni fisiche e atletiche saranno determinanti perché è il terzo impegno in sette giorni", spiega il tecnico biancorosso. Di certo "affrontiamo una squadra di qualità, diversamente non avrebbe questa classifica, compatta e organizzata. Che difende bassa e concede pochissimi spazi, ma anche brava a ribaltare l’azione e ripartire in contropiede. Quindi massimo rispetto per il Fanfulla, ma nessuna paura".

Capitolo formazione: Antonioli perde Casadio (stop nella rifinitura), ma ritrova Rossi, che ha scontato la squalifica, ed è pronto a mescolare le carte ("sicuramente rientrerà qualche giocatore fresco; penso a Merlonghi, decisivo contro il Sant’Angelo pur subentrando nell’ultimo quarto d’ora"), in ossequio alla politica tesa a dosare tutti gli effettivi a disposizione: "Mercoledì ho operato diversi cambi, ma chi ha giocato ha risposto presente". E confessa di avere qualche ‘problemino’ di abbondanza: "Non è facile scegliere chi mandare in campo, ci sono più di undici ragazzi che lo meriterebbero; questa però può essere anche la nostra forza".

Ai box Bonandi e Signore (gomito ko), finito sotto i ferri in settimana e per il quale si prospettano lunghi tempi di recupero. Prima chiamata per il neoacquisto Drudi ("sta bene e verrà con noi"). Quiz abito tattico: "Il modulo a due punte impiegato dal 1’ contro il ‘Sant’Angelo ha fornito risposte molto positive: è una risorsa in più da utilizzare anche in corso d’opera che ci consente di essere difficilmente leggibili dagli avversari – chiosa Antonioli –; per cui diventa complicato decidere, vieppiù tenuto conto che il 4-3-3 ha dato risultati altrettanto significativi". Terna arbitrale toscana alla ‘Dossenina’: fischierà Duccio Mancini della sezione di Pistoia, coadiuvato da Diletta Cucciniello di Arezzo e Filippo Ferretti di Pistoia.

Il probabile 11 (4-3-3): Pezzolato; Masini, Checchi, Maggioli, Rossi; Piva, Gaiola, Greselin; Calì, Merlonghi, Barbatosta.