MATTEO BONDI
Cronaca

Forlimpopoli, confronto su presente e futuro della città artusiana con Zanoni e Raggi

Questa sera i due consiglieri di Zona Centro invitano i cittadini alla sala del consiglio in rocca per parlare di alcune problematiche e ascoltare i suggerimenti

Poco meno di venti anni fa sedevano su banchi opposti in consiglio comunale, uno, Gian Luca Zanoni, era stato candidato sindaco per la Lega Nord ed era a capo dell’opposizione della giunta guidata da Paolo Zoffoli, l’altro, Stefano Raggi, era assessore all’ambiente di quella giunta, portando la raccolta dei rifiuti porta a porta nel lontano 2006. Ora, i due, invitano i cittadini di Forlimpopoli a un incontro, che si terrà questa sera alle 20,30 all’interno della sala del consiglio in rocca, per parlare dei problemi della città.

"L’iniziativa vuole essere un momento di confronto sulla politica di una città che sembra avere smarrito la propria strada - spiegano Stefano Raggi e Gian Luca Zanoni -. Se fino a una decina di anni fa Forlimpopoli poteva essere considerato un comune attento alle migliori scelte amministrative, oggi si respira una pericolosa stasi che dal centro si diffonde verso la periferia. Troppe domande rimangono da tempo senza nessun tipo di risposte. Tanti errori si stanno sempre più stratificando. È questo un segno ineluttabile dei tempi o dipende piuttosto dal fatto che siamo di fronte a un’amministrazione inadeguata alle sfide del presente?". Un ritorno in campo dei due ex amministratori che sembra essere tanto il primo passo di una lunga campagna elettorale: il prossimo anno ci saranno le amministrative anche a Forlimpopoli. "Vogliamo ascoltare gli interventi dei cittadini - affermano -. I problemi sono evidentemente sotto gli occhi di tutti. Partiremo sicuramente dal centro storico parlando di via Saffi e via Costa, dell’ambiente con una sottolineatura riguardo all’alluvione, ma ci sarà spazio anche per il nuovo insediamento produttivo di Amadori, ma, soprattutto, vogliamo sentire gli interventi dei forlimpopolesi, aprendoci a un dialogo che, con questa amministrazione, troppe volte è mancato".

In questi anni, d’altronde, sui banchi del consiglio comunale l’opposizione è stata praticamente assente, mentre sono arrivati a più riprese i post sui social e le note stampa dei due consiglieri di zona, ma anche di altri, che spesso si firmavano ‘Gruppo Sensibile’. L’ultimo, che portava la firma di Roberto Riguzzi, ex assessore all’ambiente provinciale, oltre che di Gian Luca Zanoni, si diceva d’accordo con l’arrivo del nuovo insediamento produttivo di Amadori, ma esortava l’amministrazione comunale a gestire meglio il rapporto con i cittadini oltre che a garantire i più alti standard di controllo sul rispetto ambientale della struttura che verrà.

"Un altro punto su cui sicuramente ci soffermeremo - spiegano infine Zanoni e Raggi - è il mondo dell’associazionismo che, da sempre, ha caratterizzato la vita cittadina". A moderare la serata sarà il coordinatore de La Loggia, Mattia Sansavini.