Governo impegna massimo sforzo per ricostruzione in Emilia-Romagna, annunciato Fondo e Cabina di coordinamento

Il governo italiano conferma il massimo impegno per le popolazioni colpite dall'alluvione e dalle frane in Emilia-Romagna. Il decreto istituisce un Fondo per la ricostruzione e una Cabina di coordinamento.

"Con il decreto approvato martedì sera dal Consiglio dei ministri, il governo ha confermato il massimo impegno nei confronti delle popolazioni colpite dall’alluvione e dalle frane dello scorso maggio in Emilia-Romagna". Lo scrive in una nota Rosaria Tassinari, deputata di Forza Italia e coordinatrice azzurra dell’Emilia-Romagna, che poi spiega: "Con la nomina del generale Francesco Paolo Figliuolo e l’istituzione del Fondo per la ricostruzione, termina la fase critica dell’emergenza e si inizia, finalmente, a ricostruire. Sin dall’inizio il governo è stato presente, al fianco di sindaci e amministrazioni locali, famiglie e imprese, a cui ha fornito il massimo sostegno e aiuti immediati. Sono certa che ora il generale Figliuolo, affiancato dai sub-commissari e presidenti di regione (Bonaccini per l’Emilia-Romagna, Giani per la Toscana e Acquaroli per le Marche), farà un ottimo lavoro per rialzare la Romagna e farla tornare alla normalità". Prosegue la deputata: "In questo modo ci sarà anche quel collegamento col territorio che da più parti si chiedeva, per rendere la struttura il più possibile efficiente." Il testo del decreto legge "istituisce il Fondo per la ricostruzione e prevede un’apposita struttura di supporto al commissario, in collaborazione con il capo del dipartimento della Protezione civile e con il capo del dipartimento Casa Italia; definisce la programmazione delle risorse finanziarie per la realizzazione degli interventi di ricostruzione pubblica e privata; provvede all’attuazione degli interventi di ricostruzione, di ripristino e di riparazione per le più urgenti necessità, d’intesa con le regioni; coordina gli interventi di ricostruzione, di ripristino e di riparazione degli immobili privati, anche ad uso economico-produttivo, ivi inclusi gli immobili destinati a finalità turistico-ricettiva e molte altre funzioni".

Per la deputata azzurra , "il commissario sarà affiancato da una Cabina di coordinamento per la ricostruzione, con rappresentanti di province e comuni, e da un organo tecnico denominato ‘Conferenza permanente’, che esprime parere obbligatorio e vincolante sugli strumenti urbanistici attuativi adottati dai singoli Comuni e sul programma delle infrastrutture ambientali e che approva i progetti delle opere pubbliche".

Quinto Cappelli