OSCAR BANDINI
Cronaca

I 60 anni della ’Arredamenti Pondi’. Dalla prima falegnameria ad oggi

L’azienda di Cusercoli da oltre mezzo secolo opera puntando sulla personalizzazione del prodotto. Napolitano (Cna): "I segreti? Intuizione, capacità di leggere il momento e approccio da vero imprenditore".

I 60 anni della ’Arredamenti Pondi’. Dalla prima falegnameria ad oggi

I 60 anni della ’Arredamenti Pondi’. Dalla prima falegnameria ad oggi

Arredamenti Pondi di Cusercoli ha festeggiato i 60 anni di attività inaugurando i nuovi locali e con una festa molto partecipata in via Andrea Costa 61, accanto alla Bidentina. La celebrazione di una storia di successo di una impresa famigliare da sempre associata alla Cna Area Colline forlivesi che ha visto la presenza del sindaco di Civitella Claudio Milandri, fresco di riconferma, e di Franco Napolitano direttore generale Cna Forlì-Cesena.

Questa avventura imprenditoriale parte 60 anni fa, esattamente nel 1964, grazie al coraggio di Massimo ‘Nardo’ Pondi che gettò il cuore oltre l’ostacolo per assicurare a se stesso e alla sua famiglia un futuro migliore. L’idea fu quella di dar vita a una falegnameria, partendo con strumenti quasi esclusivamente manuali. I locali erano in affitto e il primo investimento fu una Fiat Bianchina familiare, utilizzata per le consegne. Erano anni in cui si poteva sognare una vita diversa, migliore, e dove l’intuizione imprenditoriale, laddove presente, diventava una sorta di volano per osare e crescere economicamente.

Nel 1975, il grande passo: l’acquisto del terreno e la costruzione dell’immobile che sarebbe divenuto la casa dell’azienda Pondi. Quasi contestualmente, Nardo comprese che l’attività di falegnameria poteva essere arricchita anche da una attività commerciale. Così combinò l’attività artigianale con quella della vendita di mobili. Fu un periodo di grande trasformazione, e la commercializzazione e la vendita presero presto il sopravvento sull’attività di falegnameria.

"Intuizione, capacità di leggere il momento e le mutate esigenze dei clienti: in una parola – commenta il direttore Cna Napolitano – l’essere in grado di avere un approccio da vero imprenditore. Il tutto condito da un’innata propensione alle relazioni, aspetto che permise di contraddistinguere questa piccola impresa in una logica che oggi si definirebbe customer oriented".

Con l’ingresso del figlio Corrado, il mercato di riferimento dell’azienda Pondi non era più solo locale, ma si era ampliato ad altri territori. Nel 1992 Corrado, diventato titolare dell’impresa, punta con forza sulla personalizzazione delle soluzioni per i tanti clienti che, nel frattempo, avevano superato le diverse centinaia. L’azienda, negli anni, anche attraverso la realizzazione di una mostra permanente e la collaborazione di figure professionalmente preparate, ha consolidato il trend di crescita anche con l’acquisto di un locale adiacente il negozio/esposizione per lo stoccaggio degli arredamenti. "Ringrazio la famiglia Pondi – aggiunge il sindaco Milandri – un vero e proprio fiore all’occhiello della imprenditoria della val Bidente e gli auguro un futuro di successi".