Il bilancio di ’Meet the docs’:: "Centinaia di persone coinvolte"

La settima edizione di Meet the Docs! Forlì Film Fest è stata un'occasione collettiva e condivisa per riflettere su temi come il sex work, i radicalismi, la questione di genere e le migrazioni. Un dispositivo narrativo che ha portato in sala 300 ragazzi e ragazze, con un'alta partecipazione. Appuntamento a maggio 2024.

Il bilancio di ’Meet the docs’:: "Centinaia di persone coinvolte"

Il bilancio di ’Meet the docs’:: "Centinaia di persone coinvolte"

Anche la settima edizione del Meet the Docs! Forlì Film Fest è giunta al termine, dopo aver portato per 5 giorni cinema del reale, incontri, masterclass, eventi musicali e mostre all’ExAtr. La rassegna organizzata dalla cooperativa Sunset e da Tiresia Media ha visto susseguirsi 11 proiezioni di documentari con ospiti e registi, 3 dei quali nell’ambito della rassegna ’Doc a Scuola’ che ha portato in sala 300 ragazzi e ragazze.

"Anche quest’anno Meet the Docs! Forlì Film Fest è andato molto bene – commenta Matteo Lolletti, direttore artistico –. Abbiamo registrato un’alta partecipazione, ma non sono i semplici numeri a contare davvero, quanto le modalità di partecipazione". Tante sono state le persone che durante le giornate di festival hanno partecipato alle proiezioni e seguito i dibattiti successivi, momenti che hanno declinato il tema de ’La fine del mondo’ in numerosi ambiti dal sex work ai radicalismi, dalla questione di genere alle migrazioni. Riflessioni che, portate anche al di fuori della sala, hanno testimoniato l’urgenza nella trattazione di questi argomenti.

"Per un dispositivo che vuole essere un punto di accesso alla contemporaneità, alla Storia e alle storie, la partecipazione è costruzione di senso, è rendere attiva la possibilità di conoscere il mondo e i mondi, di cambiarli e quindi di salvarli – continua Matteo Lolletti –. E questa possibilità nella settima edizione di Meet the Docs! Forlì Film Fest è stata concreta". Non un semplice festival, dunque, ma un’occasione collettiva e condivisa che, in conclusione della sua ultima edizione, ha dato appuntamento per la prossima a maggio 2024, pronti per portare nuovamente in sala la realtà attraverso uno tra i dispositivi narrativi che meglio la raccontano.

Martina Mastellone