Il cuore della città Volontari e donazioni

La Croce Rossa rinnova i propri organi. Da aziende e associazioni aiuti per chi soffre: malati di leucemia, ciechi, donne maltrattate e anziani

Il cuore della città Volontari e donazioni

Il cuore della città Volontari e donazioni

La forza dei volontari, la potenza delle donazioni: non si ferma mai il mondo della solidarietà cittadina. Sono stati da poco rinnovati il presidente e il consiglio direttivo del Comitato della Croce Rossa di Forlì. I quasi 400 elettori pari al 61% dei volontari dell’associazione hanno eletto alla presidenza Giuliana Biondi, 63 anni, prima donna dal 1888 (anno di fondazione) a ricoprire la carica. Biondi è da 19 anni volontaria presso la Cri di Castrocaro. Insieme a lei comporranno il consiglio direttivo per il 2024-2028 anche Enrico Di Lena, Elisa Baravelli e Serena Severi. Insieme a loro è stato riconfermato Nicola Gennaretti. La 49enne Simona Giomini Gaddi è stata invece prorogata alla guida delle crocerossine di Forlì fino al 2028.

La generosità procede anche grazie ai privati: la ditta Romagnola Conglomerati ha donato agli istituti scolastici di Forlimpopoli un defibrillatore per permettere di intervenire prontamente in caso di necessità. Si è arricchita di un nuovo automezzo (una Dacia Jogger) la Fondazione Admo e l’Asd Marghe All Star: un’auto utile per le attività associative su tutto il territorio regionale. L’acquisto è stato possibile grazie alla donazione degli organizzatori del torneo di basket amatoriale Marghe All Star e ai tanti sostenitori.

Il Leo Club Forlì (l’associazione giovanile dei Lions) ha donato un bastone elettronico all’avanguardia, indispensabile ausilio per i non vedenti per muoversi in modo autonomo. L’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti ha scelto di regalarlo alla socia Giulia. Il consiglio di Donne Impresa Confartigianato di Forlì ha invece consegnato quanto incassato al mercatino della Segavecchia: le offerte raccolte a Forlimpopoli ammontano a 530 euro, donati al Centro Donna di Forlì per supportare l’attività della Casa Rifugio per coloro che necessitano di allontanarsi dal nucleo familiare a seguito di violenze.

Gallas Group, agenzia che si occupa del reclutamento di badanti e colf, ha donato invece 500 euro all’associazione ‘Il Delfino’, che da 28 anni coi suoi volontari è vicina agli anziani negli aspetti materiali ma anche psicologici (gite, corsi di ballo ed eventi culturali). La somma raccolta è il frutto dei premi maturati nel corso dell’anno dallo staff della sede forlivese di Gallas Group.