ROSANNA RICCI
Cronaca

Il Piccolo, su il sipario. Nuovo look per il teatro di Accademia Perduta che festeggia i 40 anni

Conclusi i lavori nei locali in via Cerchia: luci, pavimenti e arredi, ma anche acustica e logo esterno sono stati completamenti restaurati.

Il Piccolo, su il sipario. Nuovo look per il teatro di Accademia Perduta che festeggia i 40 anni
Il Piccolo, su il sipario. Nuovo look per il teatro di Accademia Perduta che festeggia i 40 anni

Un teatro che è stato e rappresenta tuttora la storia di una delle eccellenze culturali della città. E che adesso riapre al pubblico con una veste completamente rinnovata, il cui progetto è stato ideato e curato dai suoi direttori artistici, Claudio Casadio e Ruggero Sintoni. Il Piccolo è nato nel quartiere ‘La Cerchia’ di Bussecchio ed è stato costruito fra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80 dalla Casa del Lavoratore. Si tratta di una data importante per Forlì, perché cominciarono in quegli anni ad essere rappresentati, dapprima saltuariamente nella sede del Piccolo, i primi spettacoli teatrali dialettali e altri adatti ai bambini. Poi il 6 gennaio 1983 il Piccolo divenne la sede di Accademia Perduta Romagna Teatri e segnò la prima stabilità teatrale in Romagna riconosciuta dal Ministero Turismo e Spettacolo. Pertanto quest’anno ricorrono anche i 40 anni dalla sua inaugurazone.

Il Piccolo è diventato perciò a tutti gli effetti la casa di Accademia Perduta, il luogo in cui vengono ideati, allestiti, presentati ed esportati in Italia gli spettacoli di questo centro di produzione teatrale. La storia del quartiere e del suo teatro è abilmente narrata nel libro di Sara Rossi ‘Perle di periferia’ in cui si pone l’accento sulle "intuizioni azzeccate… di persone che si sono costruite uno spazio di aggregazione e l’hanno custodito come un tesoro prezioso, pur mettendolo al servizio di un’intera comunità, scommettendo e investendo sulle giovani generazioni, sull’arte e sulla cultura…".

Oggi questo prezioso Teatro d’Innovazione prosegue le attività intraprese in città, ma si presenta con un look totalmente ’rinfrescato’ grazie ai lavori di restauro durati quattro mesi e realizzati dagli architetti Marco Bartoletti e Luigi Cicognani.

Sono stati riqualificati gli spazi interni ed esterni del teatro, a partire dal logo che domina nella facciata esterna. Quindi sono stati riorganizzati il foyer, con un pavimento in resina beige e un’intera parete di immagini fotografiche realizzate da Sofia Banzola, e la biglietteria che presenta nuovi arredi; anche le caratteristiche acustiche sono state studiate su misura. Nella sala è stata tolta la vecchia pavimentazione del corridoio centrale ed è stata applicata una moquette brillante per evidenziare il percorso principale. Infine è stato ridipinto il soffitto, ridisegnato il boccascena e sono stati sostituiti i corpi illuminanti. Tutto è pronto, quindi, per l’attesissima stagione teatrale in un Teatro d’Innovazione di cui Forlì va fiera.