La solidarietà continua. Fondi, raccolte e beni

La Pro loco di S. Martino in Villafranca offre i proventi di pranzo sociale e sagra

La solidarietà continua. Fondi, raccolte e beni

La solidarietà continua. Fondi, raccolte e beni

Non si fermano le azioni solidali in città, che spesso si traducono in sostanziose donazioni o consistenti stanziamenti. È il caso di Enfap, ente nazionale di previdenza e assistenza farmacisti, che ha approvato interventi in Emilia-Romagna, Toscana e Marche pari a 340mila euro. Nello specifico, gli aiuti arriveranno ai farmacisti in pensione e agli iscritti residenti o con attività lavorativa nei territori colpiti dall’alluvione di maggio. Entro questo mese, attraverso un apposito provvedimento, verranno erogati gli interventi, che riguarderanno i danni all’abitazione o alla sede dell’esercizio (farmacia o parafarmacia) e la cessazione o sospensione dell’attività lavorativa e i danni alla persona.

Continua poi l’azione di sostegno dei Ministri Volontari di Scientology nelle zone alluvionate della città. Durante gli scorsi giorni, i volontari hanno donato ad alcune famiglie colpite nel quartiere Romiti 12 frigoriferi e 3 lavatrici, per aiutarle a ripartire con la vita di sempre. Fondamentale l’aiuto del comitato di quartiere, che si è reso disponibile per la consegna degli elettrodomestici e che ha voluto ringraziare i Ministri Volontari per tutte le azioni solidali che hanno compiuto da maggio ad oggi. Infatti, i volontari hanno collaborato fin da subito con la Protezione Civile per sgomberare le case, le cantine, i garage e i negozi da acqua e fango, per poi occuparsi di consegnare dei beni di prima necessità e dei depuratori per l’acqua donati ai cittadini.

La solidarietà non finisce qui. La Pro loco di San Martino in Villafranca (’San Martèn’) ha organizzato un pranzo sociale nella sala parrocchiale ‘Stefano Garavini’, durante il quale sono stati consegnati contributi economici a varie istituzioni della città. Al vescovo Livio Corazza sono stati dati 2mila euro per sostenere le attività della Caritas diocesana Forlì-Bertinoro. Stesso importo al sindaco Gian Luca Zattini, che andrà a incrementare il fondo pro alluvionati del Comune. Non sono mancati poi contributi concreti alla parrocchia di San Martino: consegnati anche qui 2mila euro al don Stefano Vasumi, in seguito all’utilizzo dell’area parrocchiale per la sagra Pesche in Festa lo scorso luglio. "Per dare un segnale di vicinanza alle famiglie e alle aziende del territorio colpite, il direttivo del sodalizio ha deciso di devolvere parte dei proventi della sagra Pesche in Festa – ha dichiarato Patrizia Carpi, presidente della Pro Loco San Martèn –. Di conseguenza abbiamo pensato a tutti coloro che hanno subìto notevoli danni a causa dello straripamento dei fiumi e dei canali e che necessitano di un aiuto concreto".

Martina Rossi