La verità tra storia, poesia e cronaca Colonna racconta la sua Sicilia

Domani lo scrittore dialogherà con l’ex poliziotto Carmelo Pecora e il giornalista Marco Bilancioni

La verità tra storia, poesia e cronaca  Colonna racconta la sua Sicilia

La verità tra storia, poesia e cronaca Colonna racconta la sua Sicilia

Si intitola ‘Questo ricordo è un’isola’, è l’ultimo libro del giornalista e scrittore forlivese Marco Colonna e verrà presentato domani alle 17.30 alla libreria Feltrinelli di piazza Saffi. Con lui anche l’autore ed ex poliziotto Carmelo Pecora che porterà alcuni brani del suo romanzo ‘Ustica. Confessioni di un angelo caduto’ (edizioni Zona, 2011). In dialogo con i due scrittori il giornalista caposervizio della redazione forlivese del Carlino Marco Bilancioni. A unire i due libri dei quali si parlerà alla Feltrinelli c’è un luogo: la Sicilia.

"Sicilia, terra di problemi, splendori e contraddizioni, come metafora del mondo, chiave di lettura per ‘leggere’ la realtà odierna e i fatti più recenti: per dirla con Leonardo Sciascia – spiega Colonna –. Durante l’incontro parleremo del rapporto, che definirei ‘confronto-scontro’, fra parola poetica e narrazione dei fatti di cronaca". I temi trattati nelle poesie raccolte in ‘Questo ricordo è un’isola’, premiato più volte in concorsi letterari nazionali, vanno dal terremoto di Messina del 1908 fino al ritratto di una Palermo dopo i bombardamenti alleati del luglio 1943. Qui Colonna ricerca le sue radici mediterranee fondendo i suoi ricordi personali di ragazzo con quelli collettivi che hanno segnato la grande storia. Nel libro di Pecora, di fatto, troviamo proprio la narrazione di uno di questi fatti che hanno segnato la storia italiana: l’abbattimento del DC9 dell’Italia il 27 giugno 1980 nel cielo di Ustica viene tratteggiato in un romanzo che è stato ispirato dalla vera storia del giovane poliziotto Antonino Greco, uno degli 81 morti tra passeggeri ed equipaggio nella strage ancora senza colpevoli.

"Sarà un’occasione – prosegue Colonna – per interrogarci sul significato del concetto di ‘verità’ in poesia, letteratura, storia e cronaca. Capire come artisti, cronisti e intellettuali si confrontano con i fatti, il mistero che li contiene sempre, e l’interpretazione che ne deriva o ne consegue. La sfida è porsi le domande giuste su come si possa accogliere la vita così com’è, e poi approdare a risposte che non siano necessariamente consolatorie, prevedibili o compiacenti. In questo caso non avrei potuto trovare migliore interlocutore di Carmelo Pecora, prima poliziotto e poi scrittore".

Sofia Nardi