Mezzo secolo di Alpini. Oltre 300 penne in centro. Cibo, musica e solidarietà

La festa ha unito momenti istituzionali e conviviali, con una grande affluenza. Si prosegue oggi. Il generale Figliuolo ringrazierà il gruppo per il suo impegno.

Mezzo secolo di Alpini. Oltre 300 penne in centro. Cibo, musica e solidarietà

Mezzo secolo di Alpini. Oltre 300 penne in centro. Cibo, musica e solidarietà

Proseguono anche nella giornata di oggi le celebrazioni del 50° anniversario della rifondazione del gruppo alpini di Forlì. Il centro storico è stato invaso ieri da oltre 300 penne sul cappello di feltro provenienti da tutta la regione, con un programma che ha unito momenti istituzionali ad altri conviviali e divertenti. Nella serata di ieri c’è stata grande affluenza per la cena organizzata presso lo stand allestito in piazza XX Settembre, con diversi forlivesi che hanno gustato i piatti preparati, in un clima rilassato e coinvolgente. Molto seguito anche il concerto eseguito dalla banda di Orzano (Udine) alla Fabbrica delle Candele, con ingresso a offerta libera e incasso devoluto in beneficenza al Comitato per la lotta contro la fame nel mondo.

La giornata odierna si aprirà invece con l’alzabandiera alle 10.30 in piazza Saffi a cura del comando provinciale dei Vigili del fuoco di Forlì, la deposizione di una corona alla lapide dei caduti sotto il chiostro dell’abbazia di S. Mercuriale e la consegna di un attestato a 23 soci fondatori del sodalizio. Verrà letto anche un messaggio del generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’alluvione, che ringrazierà gli alpini per l’impegno profuso nel volontariato in Italia e all’estero. Alle 11 la messa a S. Mercuriale, con a seguire la sfilata degli alpini in piazza Saffi, via delle Torri, piazza Ordelaffi, corso Garibaldi, sempre accompagnati dalle note della banda. Al termine il discorso delle autorità presenti e l’ammainabandiera e chiusura delle due giorni con il pranzo finale.

g.b.