Predappio, all’unanimità l’ok al taglio dell’Irpef

La decisione del consiglio comunale lascerà ai cittadini 30mila euro in totale.

Predappio, all’unanimità l’ok al taglio dell’Irpef

Predappio, all’unanimità l’ok al taglio dell’Irpef

Il consiglio comunale di Predappio ha approvato giovedì scorso all’unanimità (in commissione la minoranza si era astenuta) il nuovo regolamento che permette, già dal 2024, l’applicazione della riforma delle aliquote Irpef anche relativamente all’addizionale comunale. Con questa decisione, il Comune di Predappio (nella foto il consiglio) si propone così di fare la sua parte nell’alleggerire la pressione fiscale, in base alla riduzione degli scaglioni di aliquote Irpef da quattro a tre prevista dal decreto legislativo del governo. Stando ai primi calcoli, i cittadini predappiesi nel 2024 pagheranno in questo modo di Irpef 570mila euro e non 600mila. "Questa decisione – spiega il sindaco Roberto Canali – potevamo anche rinviarla, perché la scelta per quest’anno era lasciata ai Comuni, ma abbiamo ritenuto di approvarla perché si tratta di lasciare un po’ di soldi nelle tasche delle famiglie predappiesi".

All’ordine del giorno della seduta del consiglio di giovedì scorso c’era anche l’approvazione di alcune variazioni di bilancio, su cui la minoranza si è astenuta. Fra le comunicazioni, il sindaco Canali ha illustrato i lavori in corso per ripristinare il ponte a Santa Marina, che dovrebbero terminare entro la prima metà di marzo. La spesa, a carico della struttura commissariale del generale Figliuolo, è di circa 80mila euro.

q. c.