Predappio, nasce il Canali bis. Giunta nel segno della continuità

Tre riconferme e un solo nuovo ingresso, quello di Veronica Bevacqua in sostituzione di Francesca Farolfi. Il sindaco: "Abbiamo svolto un lavoro eccezionale in questi anni, era scontato mantenere la squadra".

Predappio, nasce il Canali bis. Giunta nel segno della continuità

Predappio, nasce il Canali bis. Giunta nel segno della continuità

"Il risultato del voto mi ha aiutato a dare per scontata la riconferma della squadra che guiderà per i prossimi 5 anni il Comune di Predappio, con un‘unica eccezione, che garantisce competenza e continuità". Il rieletto sindaco Roberto Canali, alla guida della civica ‘Uniti per Predappio’ (71,7% dei voti), annuncia così la nuova giunta e le deleghe assegnate. Tre grandi riconferme caratterizzeranno il gruppo di lavoro di Canali.

Il primo è il vicesindaco Luca Lambruschi (il più votato con 241 preferenze), sposato e con due figli, insegnante di informatica alle superiori, al quale sono state assegnate le deleghe alla pubblica istruzione, welfare e sociale. Farà nuovamente parte della giunta anche il maratoneta Lorenzo Lotti (183 preferenze), sposato e con due figli, insegnante di laboratorio alle superiori a Cesena, con delega alle associazioni ed eventi, sport, comunicazione e protezione civile. Ultima riconferma è Carla Ravaglia (210 preferenze), casalinga, sposata e con tre figlie, alla quale sono state assegnate le attività produttive, politiche giovanili e gemellaggi, patrimonio e servizi ambientali. Il nuovo ingresso è invece rappresentato da Veronica Bevacqua (84 preferenze), sposata e con due figlie: abita a Trivella e lavora come avvocato in uno studio di professionisti a Forlì. Sarà assessora alla promozione turistica, cultura e pari opportunità.

Commenta il sindaco Canali, che ha tenuto per sé le deleghe ai lavori pubblici ed edilizia privata, urbanistica e bilancio: "Dopo l’eccezionale lavoro svolto in questi anni, certificato dall’ottimo risultato elettorale, era scontato confermare la squadra, con l’unica eccezione di Francesca Farolfi, già assessora al welfare e sociale, che non era più disponibile a ricoprire il ruolo. L’avvocato Bevacqua garantisce competenza e continuità, visto che era già consigliera e presidente della prima commissione e ha partecipato attivamente ai gruppi di lavoro durante la scorsa legislatura". Rispetto alle deleghe, il primo cittadino di Predappio chiarisce: "C’è stato qualche piccolo aggiustamento, dovuto alla volontà di ottimizzare il lavoro degli uffici e degli assessori".

Quinto Cappelli