Rc Auto, aumento del 25%. Ma il premio è il più basso

L’osservatorio: rincari super, però in provincia si pagano ‘solo’ 485 euro

Oltre 110 euro in più in soli dodici mesi: pare ormai inarrestabile la crescita delle tariffe dell’assicurazione auto, rincarate, tra settembre 2022 e 2023, di una percentuale vicina al +30%, in Emilia-Romagna come nel resto del Paese. È la fotografia scattata dall’osservatorio di Facile.it, noto sito web che compara le tariffe praticate dalle principali compagnie assicurative italiane: l’analisi ha preso in esame un campione di oltre 800mila preventivi e relative quotazioni, effettuati nel periodo considerato.

Attenzione, però: c’è una buona notizia. In valori assoluti, a settembre 2023, la provincia di Forlì-Cesena è risultata la più economica della regione, con un premio medio (ciò che viene pagato dagli utenti per assicurare un veicolo a quattro ruote) di 484,66 euro. Se si guarda al dato regionale, il premio medio è di 521,14 euro (+27,6% rispetto a settembre 2022). Confrontando i premi medi Rc auto rilevati a settembre 2023 con quelli di dodici mesi prima, emerge come gli aumenti a doppia cifra abbiano interessato tutte le province emiliano-romagnole. Quello di Forlì-Cesena è ‘solo’ del 24,7%. Leader della classifica dei rincari è Modena: qui le tariffe sono salite mediamente del 36,1% rispetto all’anno precedente, raggiungendo i 527,51 euro. Segue Bologna, con un incremento del +30,1% (542,31 euro). Aumenti inferiori alla media regionale per Reggio Emilia, che in 12 mesi ha segnato un incremento del 27,4% (518,59 euro), Rimini (+26,3%, 550,88 euro), appunto Forlì-Cesena (+24,7%, 484,66 euro) e Parma (+24,3%, 494,27 euro). Chiudono la graduatoria Piacenza (+21,8%, 488,22 euro), Ferrara (+21,7%, 487,94 euro) e Ravenna (+18,4%, 518,48 euro).

Tra le garanzie accessorie sottoscritte dai guidatori emiliano-romagnoli prevale l’assistenza stradale, selezionata, in fase di richiesta del preventivo, dal 37,2% degli automobilisti. Seguono, a distanza, la garanzia infortuni conducente (20,8%), la tutela legale (16,4%) e la copertura furto e incendio (11,0%). A proposito di garanzie accessorie, proprio Facile.it ricorda che, nell’ultimo anno, è aumentato considerevolmente l’interesse nei confronti delle cosiddette ‘polizze eventi atmosferici’, che tutelano l’utente dai danni subiti dal veicolo a causa di intemperie o condizioni climatiche imprevedibili ed eccezionali: per esempio un’eventuale nuova alluvione.

m. d. f.