’Rivoluzione’ Buon vivere. Aperta la call per il festival

La kermesse svela il titolo della prossima edizione che si terrà in settembre e fa uscire il bando per le associazioni e le imprese che vorranno partecipare.

’Rivoluzione’ Buon vivere. Aperta la call per il festival

’Rivoluzione’ Buon vivere. Aperta la call per il festival

Le date sono ancora lontane – si svolgerà dal 23 al 29 settembre – ma i riflettori sono già accesi sulla 15ª edizione del festival del Buon Vivere, un appuntamento ormai imperdibile per i forlviesi che comincia a svelarsi in vista della partenza e, soprattutto, a cercare alcuni degli attori che renderanno speciale l’attesissima kermesse.

Tra le primizie c’è il titolo dell’edizione di quest’anno che sarà ‘Rivoluzione - Il cuore e il coraggio del Buon Vivere’, ma non è l’unica novità, infatti da qualche ora è online l’avviso finalizzato alla ricerca di progetti delle realtà del territorio da realizzarsi nei giorni del Festival.

"La Rivoluzione – si legge sul bando – è per persone capaci di futuro che al coraggio uniscono la cura trovando nel cuore il luogo per farli progredire, insieme, in un sentimento che si chiama buon vivere. Il buon vivere è rivoluzione quotidiana di donne e uomini che, stando in relazione e armati di gentilezza, si battono per le cose che rendono la vita degna di essere vissuta e trasformare il nostro tormentato mondo in un luogo consapevole di pace. La pace è evoluzione che si genera coltivando cultura per far maturare e crescere uguaglianza".

Il bando per diventare parte della rivoluzione del buon vivere è scaricabile sul sito festivaldelbuonvivere.it ed è rivolto a tutte le realtà pubbliche e private che intendano proporre iniziative inedite da svolgersi nel contesto dei giorni dedicati all’evento.

Il programma è aperto alla partecipazione di imprese, di associazioni non-profit di ogni ambito (ad esempio culturali, ambientaliste, sportive...) agli artisti e ai creativi, alle scuole di ogni ordine e grado, che vorranno contribuire ad arricchire il programma dell’evento attraverso convegni, conferenze, workshop, laboratori, performance artistiche, concerti, mostre, itinerari guidati, laboratori per bambini e iniziative di ogni tipo, in linea e coerenza con le finalità dell’avviso.

Il comitato organizzatore chiede come titolo preferenziale che ogni progetto presentato preveda il coinvolgimento e la collaborazione in partnership di almeno due realtà. I soggetti interessati possono avanzare le proprie proposte via mail compilando l’allegato A entro le ore 24 del 29 luglio.