Un aiuto per la casa. Maxi donazione di vernici da Novara, fila davanti al Palafiera

Il centro di distribuzione di via Punta di Ferro ha riaperto fino a venerdì, decine le persone accorse per ricevere i loro bidoni di pittura, intanto ai Romiti gara di solidarietà per una famiglia del Bangladesh.

Un aiuto per la casa. Maxi donazione  di vernici da Novara, fila davanti al Palafiera
Un aiuto per la casa. Maxi donazione di vernici da Novara, fila davanti al Palafiera

È una lunga fila quella che si è formata ieri al Palafiera di via Punta di Ferro, riaperto eccezionalmente nella sua funziona di ‘centro distribuzione per alluvionati’ in occasione di una donazione speciale: quella che l’azienda Ppg Architectural Coatings Italy del Comune di Cavallirio (Novara) ha effettuato affinché chi ha subito i danni dell’esondazione potesse amortizzare le spese di riverniciatura. L’azienda, infatti, ha fatto dono di materiali vernicianti per interni ed esterni che, in questi giorni, vengono distribuiti ai residenti delle zone alluvionati. Il materiale è stato trasportato dal gruppo alpini di Dormelletto che si è interfacciato con gli omologhi forlivesi.

Nella prima giornata di apertura sono stati numerosissimi i forlivesi che si sono recati alla fiera per ricevere la loro parte di vernice, ma la donazione è cospicua e rimarrà disponibile anche nei prossimi giorni, infatti l’azienda di Novara ha donato in tutto 814 pezzi di finiture per interni, 482 pezzi di finiture per esterno e 123 pezzi di rivestimento a spessore acrilsilossanico. Ciascuna famiglia ha diritto a un massimo di 4 bidoni. Il centro rimarrà aperto fino a venerdì dalle ore 9 alle 13 e dalle 14 alle 18 (info. 347.6127800).

La solidarietà per le famiglie alluvionate non si ferma qui: una famiglia originaria del Bangladesh, residente ai Romiti aveva perso tutto durante l’alluvione. Un veloce tamtam ha messo in moto una rete solidale e informale e il sogno sta prendendo vita: la famiglia sarà presto accolta in un nuovo alloggio le cui mura che sono state prontamente imbiancate e ripristinate dai Ministri Volontari di Scientology coinvolti da Stefano Valmori, coordinatore del quartiere Romiti.