OSCAR BANDINI E ANNAMARIA SENNI
Cronaca

Il vento è una furia: alberi sradicati, case danneggiate e strade interrotte

Ieri nel Forlivese sono tirate raffiche fino a 90 chilometri orari I vigili del fuoco sono stati impegnati in una cinquantina di interventi dalla mattina. In diverse zone è saltata l’energia elettrica

Forlì, 6 novembre 2023 - L’instabilità meteo tra vento e piogge consistenti da ‘allerta arancione’ si è palesata in Appennino tra sabato e ieri con perturbazioni piuttosto intense. La forza del vento, che ha raggiunto anche i 90km orari, ha creato diversi problemi alla viabilità con la caduta di alberi sulle carreggiate e l’interruzione della corrente elettrica in più zone. Dopo un mese di ottobre che si è chiuso in modo rocambolesco, con temperature al di sopra delle medie stagionali, la prima domenica di novembre, nel Forlivese, comincia con un forte vento che spazza via dal cielo ogni nube, e con il termometro che sale veloce a 21 gradi. È il 5 novembre sul calendario, ma dalla temperatura non si direbbe. Quello che ieri faceva paura, nel Forlivese, non erano di certo i raggi di sole e neppure il caldo che permetteva di uscire di casa in maniche di camicia. A far paura, ieri, a bambini e adulti, era il vento.

Le forti raffiche di vento ieri, fino a 90 chilometri orari, hanno sradicato una trentina di alberi in tutto  il Forlivese
Le forti raffiche di vento ieri, fino a 90 chilometri orari, hanno sradicato una trentina di alberi in tutto il Forlivese

Nessuno si sognava di far volare un aquilone, si stava piuttosto a guardare, con timore, gli alberi piegati dalla forza ostinata della natura. Un vento forte che ha costretto i vigili del fuoco di Forlì a mettersi al lavoro fin dalle 7.30, quando sono iniziati i primi disastri. Alberi caduti in strada e sulle case, cartelli pubblicitari riversati nelle vie, impalcature nei cantieri edili che rischiavano di crollare . I vigili del fuoco hanno operato per mettere in sicurezza un cantiere edile danneggiato dal vento in via Monnet. . Oltre 50 gli interventi. Con otto squadre coinvolte. Il vento è soffiato sulle colline e sulla città, in periferia e in campagna, con una sfacciataggine e un’insistenza che non poteva non lasciare tracce. Predappio e Castrocaro sono state prese di mira dalle forti raffiche, ma nessuna zona è stata risparmiata. A Castrocaro il mercatino di Forte dei Marmi ha ’sbaraccato’ prima del previsto. Le bancarelle alle 14 erano vuote, e dire che era prevista la chiusura per le 19.

Il vento , protagonista assoluto in tutto il Forlivese, ha fatto mancare l’energia elettrica nell’area tra Isola-Biserno-Ridracoli a Santa Sofia nella zona del passo del Carnaio. "Nel primo caso la situazione è piuttosto seria – ha commentato il sindaco Daniele Valbonesi - a causa di un taglio della rete elettrica in un attraversamento del fiume Bidente (si tratta di 3 cavi interrotti). Visto che i tempi di intervento saranno piuttosto lunghi, Enel sta intervenendo montando un gruppo elettrogeno che possa alimentare tutte le utenze. Probabilmente ci vorrà qualche ora perché possa tornare l’alimentazione nei contatori. Nell’area del Carnaio ci sono stati guasti piccoli e localizzati e la corrente è stata ripristinata nel tardo pomeriggio grazie a un grande gruppo elettrogeno".

La situazione rimane da ‘allerta arancione’ a causa del vento molto forte anche a Galeata e Civitella dove i primi cittadini hanno invitato la popolazione a non spostarsi e prestare la massima attenzione. A Galeata il sindaco Francesca Pondini era presente nelle situazioni di disagio creato dallo schianto di piante sia sulla Bidentina, sulla Sp24 Monte delle Forche e lungo la comunale per Sant’Ellero. La Sp4 del Bidente è stata chiusa dal passo della Calla a Stia in Toscana. "Sulla strada provinciale SP 24 e SP 4 all’altezza del campo sportivo è stato rimosso un grosso albero che ostruiva entrambe le corsie. Una giornata impegnativa,che ha visto impegnati Vigili del Fuoco, Carabinieri, Vigili urbani, la Coop Faredelbene, e la ditta New Service di Colle val d’Elsa".

Anche a Civitella il vento ha creato problemi. "Diversi sono gli alberi abbattuti – precisa il sindaco Claudio Milandri -. Ci è stato segnalato il crollo di una parte di grondaia e calcinacci nel cimitero di Cusercoli. A Petrella stiamo intervenendo per liberare la strada. Segnalata anche l’interruzione di energia elettrica in diverse zone anche se i tecnici di Enel sono già al lavoro per ripristinare il guasto. Visto che l’allerta meteo è stata prolungata fino a domani invito i cittadini a non passeggiare o sostare sotto alberi ed evitare luoghi pericolanti e a non muovervi di casa se non è strettamente necessario".