Forlì, violenza sessuale sulla collega di lavoro dopo un pranzo: arrestato

Erano stati a casa del datore di lavoro, durante il pasto lei avrebbe bevuto, poi l’uomo l’avrebbe portata a casa sua costringendola a subire atti sessuali. Altri quattro uomini sono indagati per favoreggiamento

Una manifestazione contro la violenza sulle donne

Una manifestazione contro la violenza sulle donne

Forlì, 13 giugno 2024  - Violenza sessuale su una collega di lavoro, arrestato dalla polizia di Forlì e poi messo ai domiciliari. Le indagini sono partite alla vigilia di Natale quando una giovane ha denunciato di aver subito una violenza sessuale da un collega di lavoro al termine di un pranzo. La vittima avrebbe fornito audio e messaggi ricevuti dopo la violenza. È stato quindi attivato il Codice Rosso.

Dalle indagini sarebbe emerso che la vittima aveva partecipato a un pranzo a casa del suo datore di lavoro, nel Forlivese. Erano presenti altri colleghi e durante il pasto la donna avrebbe bevuto e poi un collega si sarebbe offerto di accompagnarla a casa. L'uomo, invece, l'avrebbe portata a casa sua, fuori città, avrebbe approfittato delle sue condizioni e l'avrebbe costretta a subire atti sessuali. Le indagini si sono scontrate con un clima di ostilità e di depistaggio messo in atto dall'autore con la complicità di amici e colleghi di lavoro. L'indagato, infatti, saputo della denuncia, secondo le indagini, li avrebbe contattati, concordando le false dichiarazioni da fornire alla polizia, che nel frattempo, però, registrava con microspie quanto stava accadendo. Nel corso delle perquisizioni sono stati trovati oltre 100 grammi di droga, tra marijuana, cocaina, hashish, coltelli e un tirapugni. A carico dell'arrestato già c'era una condanna per spaccio di stupefacenti e una denuncia per violenza sessuale. Altre quattro persone, di età fra i 30 e i 40 anni, risultano indagate per favoreggiamento personale. L'uomo oltre che di violenza sessuale aggravata nei confronti della collega, è accusato anche di detenzione di stupefacenti e favoreggiamento personale.