Imola, 20 aprile 2018 - Al Motor Legend Festival arrivano altre due eccellenze italiane: Dallara e Pagani vanno infatti ad aggiungersi alla Ferrari (presente con Ferrari Corse Clienti, F.1 Clienti e XX Programmi) e Ducati nel completare il ricco parco di costruttori che da oggi a domenica parteciperanno a questa grande festa del motorsport alla sua prima edizione.

Gian Paolo Dallara è il maggior costruttore di auto da competizione al mondo: dalla factory di Varano de Melegari escono tutte le F.Indy, le GP3, le GP2, i telai della Haas F.1, le vetture BR del WEC, le Cadillac dell’Imsa, i telai della F.E oltre alle monoposto della Superformula giapponese e alle varie Dallara di F.3 che monopolizzano le corse di questa categoria. Dell’ingegner Dallara e del suo numeroso staff sono anche molte vetture che prenderanno parte al Motor Legend Festival, sia nelle esibizioni, nelle competizioni o che verranno esposte. Tra queste, tutte le Lancia, dalla Beta Montecarlo Turbo alla LC1 e LC2, che presero parte al mondiale marche negli Anni’80 e che saranno esposte in occasione del 50simo anniversario del Martini Racing. Recentemente Dallara ha prodotto la prima vettura GT ad alte prestazione che porta il proprio nome: la Stradale è stata presentata nel mese di novembre e rappresenta un perfetto connubio tra alta tecnologia e fruibilità. Sarà esposta al Motor Legend Festival.

Pagani è un altro miracolo italiano. Fondata dall’argentino Horacio Pagani, l’uomo che aveva disegnato parecchie Lamborghini, in pochi anni è diventata un simbolo per chi sogna le supercar. Ogni Pagani è realizzata a mano e curata maniacalmente nei minimi particolari alle porte di Modena, in una splendida location dove si respirano cultura, il gusto dell’arte e dell’alta tecnologia. A Motor Legend Festival Pagani porterà le sue magnifiche realizzazioni, tra le quali emerge l’ultima nata: la Huayra, erede della Zonda, che nel 2017 è stata costruita anche in versione roadster. Al recente salone di Ginevra, la Casa di San Cesario sul Panaro ha poi stupito, presentando la supercar tra le supercar: la Zonda HD, un pezzo unico dal costo di circa 20 milioni di euro ispirata al modello che ha rivelato Pagani al mondo.

Nel frattempo in Autodromo è tutto pronto per il grande evento. Si parte oggi alle 9.25 con i Legendary Moments: esibizione Martini Racing Parade con Riccardo Patrese e altri campioni, tributo AutoDelta e a Jim Clark. Poi toccherà alle Ferrari scendere in pista. Alle 11 con le prove libere del 1° Gp Historic F1 di San Marino. Alle 16 le qualifiche.