La presentazione della nuova edizione del Baccanale (Isolapress)
La presentazione della nuova edizione del Baccanale (Isolapress)

Imola, 17 ottobre 2019 - Enogastronomia e cultura siedono una accanto all’altra, anche quest’anno, per la nuova edizione del Baccanale. La rassegna, organizzata dal Comune con il patrocinio del ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e della Regione, si terrà dal 3 al 24 novembre.

Tra le novità di questo 2019 c’è il giorno della cerimonia d’apertura, che quest’anno si terrà di domenica anziché di sabato. L’appuntamento è alle 17.30 al teatro comunale Ebe Stignani. La scaletta prevede il saluto delle autorità e, a seguire, l’intervento di Massimo Montanari, storico dell’alimentazione, dal titolo ‘La memoria è oggi’. Ci sarà anche l’attore Leo Gullotta, che leggerà il passo de ‘Les petits madeleines’, tratto dall’opera di Marcel Proust ‘Alla ricerca del tempo perduto - Dalla parte di Swann’.

L’illustrazione del Baccanale 2019 è invece stata realizzata dall’illustratrice Beatrice Alemagna. Sabato 9 novembre alle 10.30 verrà inaugurata a Casa Piani, sezione ragazzi della Biblioteca comunale, ‘Tra le pagine: una passeggiata dentro ai libri di Beatrice Alemagna', una mostra a lei dedicata, che racconta a grandi e piccoli il mondo fantastico di un’illustrautrice di fama internazionale.

Arte, letteratura, scienza e cucina: come ogni anno, le attività proposte sono davvero per tutti i gusti. L’ampia offerta degli eventi previsti in città e nel circondario è in linea con il percorso tematico in cui dialogano cultura e alimentazione, con la partecipazione di numerosi ospiti. Incontri, mostre, degustazioni, visite guidate, scuole di cucina, laboratori e spettacoli sono stati pensati per coinvolgere adulti e bambini, riflettendo attorno al cibo come trait d‘union tra passato e presente.

Il programma culturale offre occasioni di approfondimento aperte al pubblico, con la presenza di docenti dell’Università di Bologna e di Pollenzo e di esperti del settore enogastronomico. Si parte venerdì 8 novembre alle 20.30, con Anna Maria Guccini che conduce un incontro organizzato del Ceas imolese per ricordare ‘I profumi del mulino’.
Visitare Imola durante il periodo del Baccanale consente a coloro che vengono da fuori di scoprire le tradizioni e i luoghi più caratteristici della città. Lo Iat (ufficio Informazione accoglienza turistica) organizza le domeniche 3, 10 e 17 novembre alle 10 un ciclo di visite guidate domenicali ‘1502: Imola ai tempi di Leonardo’, seguite da degustazioni che uniscono il piacere della storia a quello della cucina.
 

Il Baccanale scende poi in strada e nelle piazze con le mostre-mercato che presentano i prodotti tipici del territorio. Domenica 3 novembre nella Galleria del Centro cittadino viene proposto per tutta la giornata il Mercato della terra Slow food. Il weekend del 9 e 10 novembre, invece, gli spazi della Galleria ospitano l’evento della Pro Loco ‘Sapori e saperi di oggi e di ieri’, seguito nell’ultimo fine settimana da ‘Un mondo di ricordi…il gusto e i sapori della nostra terra’, a cura dell’associazione Il Lavoro dei contadini.
In piazza Gramsci il 17 e 24 novembre si rievoca il passato con ‘Il mercato agricolo in piazza delle Erbe’ e in piazza Matteotti torna la tradizionale ‘Giornata del Ringraziamento imolese della Coldiretti Bologna’, prevista domenica 10 novembre. Non possono mancare le rassegne d’eccellenza: il XXVI Banco di Assaggio dei vini e dei prodotti agroalimentari dell’imolese e Olimola, con un approfondimento sugli olii extravergini di oliva a Palazzo Tozzoni in programma sabato 16 novembre alle 10.
 

Dove mangiare? Sono ben 39 i ristoranti che aderiscono al Baccanale 2019 con menù a tema consultabili sul giornalino in spedizione da venerdì in 65mila copie destinate alle famiglie imolesi. Oltre a scoprire le sfiziose ricette a tema pensate per l’occasione, la consumazione nei ristoranti permette di ricevere in omaggio come di consueto i biglietti per l’ingresso gratuito ai musei civici nelle domeniche del Baccanale.

Il programma completo e tutti i menu sono online sul sito www.baccanaleimola.it e grazie all’applicazione gratuita visitARe sarà possibile consultare il programma e tutti i menu dei ristoranti direttamente sul proprio smartphone. Per essere sempre aggiornati sulle iniziative si può visitare le pagine Facebook e Instagram della manifestazione.

«Saranno tre settimane con una programmazione molto intensa», sottolinea la sindaca Manuela Sangiorgi, mentre il suo vice, Patrik Cavina, assessore con delega a Commercio, Centro storico e Agricoltura, ribadisce l’importanza per il territorio di una manifestazione «di alta qualità» come il Baccanale.