Uno dei bizzarri veicoli alla sfilata dell’edizione 2019
Uno dei bizzarri veicoli alla sfilata dell’edizione 2019

Imola, 12 gennaio 2020 - Sono aperte fino a venerdì 7 febbraio le iscrizioni gratuite alla 23ª edizione del Carnevale dei Fantaveicoli, uno dei carnevali più originali ed estrosi d’Italia, in programma domenica 23 febbraio. La partenza della Grande Sfilata è prevista nel primo pomeriggio dal rettilineo dell’Autodromo internazionale ‘Enzo e Dino Ferrari’, che sarà aperto fin dal mattino per una prima divertente visione dei mezzi, con arrivo in piazza Matteotti a metà pomeriggio.

Tutti possono partecipare alla sfilata e ai concorsi previsti al suo interno, realizzando un mezzo o creando un gruppo mascherato: inventori, club, officine, meccanici, artisti, scuole, singoli, famiglie, società sportive e associazioni. I fantaveicoli e i gruppi mascherati più originali e divertenti vinceranno come sempre numerosissimi premi.

Sul sito ufficiale della manifestazione www.carnevalefantaveicoli.it è possibile consultare il regolamento e scaricare il modulo di partecipazione. Le categorie in concorso nella Grande sfilata sono quattro: categoria Fantaveicoli, categoria Maxi-Fantaveicoli, con lunghezza superiore a 3 metri e mezzo; categoria Scuole (riservata alle scuole del circondario imolese); categoria Gruppi Mascherati.



In palio premi in buoni acquisto o beni per i primi tre classificati di ogni categoria e una targa in ceramica offerta dalla Cooperativa Ceramica di Imola per ogni gruppo partecipante. Alla scuola vincitrice sarà consegnato anche il Grifon d’Oro, che sarà conservato fino all’edizione successiva. Per informazioni, si può chiamare il Servizio attività culturali del Comune, al numero 0542 602410/2427/2433, oppure si può consultare il sito web www.carnevalefantaveicoli.it o inviare una mail a info@carnevalefantaveicoli.it

Il Carnevale dei Fantaveicoli è una della manifestazioni più apprezzate in città. Conclude il periodo carnevalesco e soprattutto è una vetrina per l’ingegno costruttivo di quanti realizzano questi veicoli, che, lo ricordiamo, non usano motori per muoversi, ma fantasia e forza muscolare.