Organizzatori e testimonial dell'evento imolese

Imola (Bologna), 21 marzo 2018 – Presentato ufficialmente a Milano, al Pirelli Hangar Bicocca, il MotorLegendFestival 2018, in programma all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola dal 20 al 22 aprile. Riflettori puntati sui testimonial dell’evento, Giacomo Agostini, Riccardo Patrese e Arturo Merzario, sull’organizzatore Vito Piarulli e sul managing director Andrea Gallignani. A loro il compito di illustrare le caratteristiche di una manifestazione dal sapore amarcord unica nel panorama motoristico italiano.

“Cullavo da tempo il sogno di creare in Italia un evento in grado di riuscire ad avvicinare e coinvolgere i tanti appassionati e tifosi che non hanno avuto la fortuna di conoscere il mondo del motorsport che dagli anni’70 ci ha portato ai giorni nostri – ammette Piarulli –. Così abbiamo deciso di creare MotorLegendFestival: un contenitore variegato capace di offrire corse, incontri, dibattiti, sfilate dinamiche, mostre statiche con i grandi protagonisti e i mezzi meccanici più importanti di quell’epoca d’oro del motorsport”.

L’evento ha il supporto di Ferrari Corse Clienti, che porterà in pista le monoposto delle F.1 Clienti e le splendide vetture dei Programmi XX. “Riuscire a coinvolgere piloti, vetture e marchi importanti non è stato semplice ma ho trovato una totale aderenza al progetto – aggiunge Gallignani –. Grazie ai Fia Masters Historic gli spettatori potranno vivere le emozioni di un autentico Gran Premio di San Marino con le monoposto di Formula 1 costruite dal 1966 al 1985 dotate del motore Cosworth”.

Jacky Ickx, Mauro Forghieri e Paolo Barilla saranno protagonisti domenica 22 aprile di uno speciale omaggio alla Ferrari 312 B recentemente restaurata con la quale il campione belga sfiorò il titolo mondiale e che guiderà per la prima volta proprio a Imola a distanza di 47 anni dalla sua ultima presa di contatto con la monoposto.

E poi ci sono i testimonial. “Sono legatissimo a Imola – ricorda Agostini –. Il vecchio circuito per me era una sorta di piccolo Tourist Trophy. Quando gareggiavo con la MV Agusta mi venivano i brividi nel vedere e nel sentirmi circondato da tanto pubblico così caloroso. Credo che queste emozioni potranno essere rivissute proprio nei giorni del MotorLegendFestival”.

Parole d’affetto anche da Patrese: “Imola è un po’ l’emblema della mia carriera. Mi fischiarono nel 1983 quando stavo vincendo il Gran Premio di San Marino, mi applaudirono quando trionfai nel 1990. Sono anche l’ultimo pilota italiano ad avere vinto quel Gran Premio ed è quindi stato spontaneo per me accettare l’invito”.

Infine Merzario: “A Imola ho vinto tante corse in ogni categoria. Il MotorLegendFestival avrà la capacità di avvicinare la gente a un mondo che in molti hanno sognato, conosciuto superficialmente ma mai vissuto. L’idea è quella di creare una grande festa che non escluda nessuno, in cui piloti e tifosi possano essere l’uno vicino all’altro. Trasmettere la cultura del motorsport, cosa che in Italia spesso è mancata. La strada intrapresa dagli organizzatori è giusta: noi, protagonisti dell’evento, faremo tutto il possibile per renderla un successo”.