Area Blu, l’allarme antincendio diventa un caso

In un ufficio di Imola, al posto del tradizionale sistema antincendio è stata installata una trombetta da stadio. Il coordinatore della Uil imolese chiede maggiore attenzione sulla sicurezza dei dipendenti.

Area Blu, l’allarme antincendio diventa un caso

Area Blu, l’allarme antincendio diventa un caso

L’allarme antincendio del corridoio? Semplice: una trombetta da stadio. Succede negli uffici Area Blu di via Lambertini, in zona industriale, dove al posto del tradizionale pulsante per avviare il segnale acustico (protetto dall’immancabile cassettina da rompere con il martelletto per l’appunto solo in caso di emergenza) è spuntato un curioso rimedio fai-da-te. Un avvisatore a gas (di certo non il massimo della sicurezza in caso di fiamme vive nelle vicinanze), di quelli che accompagnano i caroselli di auto per festeggiare le vittorie della Nazionale di calcio.

A segnalare il caso è Giuseppe Rago, coordinatore della Uil imolese, reduce ieri mattina da un incontro sindacale relativo al rinnovo del contratto integrativo dei dipendenti e andato in scena proprio negli uffici della società controllata dal Comune. "Lo stupore misto a ilarità ha preso il sopravvento sulla trattativa – riferisce Rago –. È indubbio che il volontario che azionerà l’allarme assurgerà a eroe non diciamo nazionale, ma sicuramente cittadino".

Secondo il numero uno della Uil imolese, infatti, "è quantomeno curioso che la società che cura semafori e parcheggi a Imola sia priva di mezzi tecnologici. E vedere – aggiunge Rago – che non riesce a dotarsi di rilevatori di fumo e un sistema sonoro antincendio automatico è addirittura ilare".

Al di là delle inevitabili battute, la questione spinge il referente del sindacato di via Nardozzi a chiedere ad Area Blu maggiore attenzione sul tema. "Forse i risparmi sui bilanci andrebbero rivisti per la sicurezza dei dipendenti – è l’affondo di Rago –. E chissà se il Nop - Nulla osta prevenzione incendi dei vigili del fuoco sia stato rilasciato sulla scorta di tale sistema di allarme".

Secondo quanto riferito dai rappresentati di Area Blu ai sindacati, la trombetta da stadio (fissata al muro da un apposito contenitore in metallo) sarebbe stata messa lì per amplificare gli effetti dell’allarme condominiale, evidentemente non in grado di avvisare con un adeguato volume chi lavora in quegli uffici. Sarà… Di sicuro, per la Spa pubblica si tratta dell’ennesimo ‘caso’ dopo la questione delle app per il pagamento della sosta (sostituite dall’oggi al domani senza comunicazioni preventive rivolte agli automobilisti) e le recenti polemiche per la decisione (contestata appunto dall’opposizione) di abbandonare il progetto dell’ascensore che, a Castel San Pietro, in futuro collegherà il parcheggio dell’ospedale al centro storico.

Enrico Agnessi