Ausl, riabilitazione da casa. La donazione dei Rotary

I Club aiutano Usl e Irccs con due kit per affrontare il percorso a distanza

Ausl, riabilitazione da casa. La donazione dei Rotary

Ausl, riabilitazione da casa. La donazione dei Rotary

Donati dai Rotary Club di Bologna all’Usl due dispositivi, dal valore di 10mila euro, per la tele-riabilitazione dei pazienti seguiti da remoto dai professionisti dell’Irccs, l’Istituto scienze neurologiche. I due kit sono di ultima generazione per la tele-riabilitazione. La cerimonia di consegna, svoltasi nella biblioteca storica dell’Ospedale Bellaria, ha visto la partecipazione dei Club Rotary del Gruppo Felsineo, con capofila la presidente Ar 2023-2024 Patrizia Farruggia del Rotary Club Bologna Valle del Savena. A ricevere la donazione – che permette di svolgere diverse tipologie di riabilitazione direttamente da casa – Paolo Bordon, direttore generale all’azienda Usl di Bologna, il professor Raffaele Lodi, direttore scientifico dell’Irccs di Bologna, e la dottoressa Giada Lullini, referente per la tele-riabilitazione all’Irccs dell’azienda Usl di Bologna.

"Questi kit rappresentano una svolta nel campo della riabilitazione – ha spiegato la dottoressa Lullini –. Il sistema Vrrs permette ai pazienti di eseguire esercizi riabilitativi motori, cognitivi e logopedici direttamente da casa, con il supporto remoto in real-time dei terapisti".

I kit casalinghi vengono forniti ai pazienti per una media di circa quattro settimane, consentendo la presa in carico in tele-riabilitazione di circa 120 pazienti all’anno, a fronte della strumentazione di cui oggi dispone l’istituto. Farruggia ha spiegato: "Quando abbiamo saputo del lavoro innovativo della dottoressa Lullini ho subito pensato che il Rotary potesse contribuire in modo significativo attraverso i fondi distrettuali e internazionali. Questo contributo aiuterà più persone con disturbo cognitivo a migliorare la propria qualità della vita". Bordon ha ringraziato il Rotary per la generosa donazione e ha ribadito l’importanza della collaborazione tra enti per il progresso dell’assistenza: "L’Usl di Bologna è all’avanguardia nella tele-riabilitazione e questa donazione ci permette di ampliare ulteriormente i nostri servizi". Anche il professor Lodi ha spiegato che la "la donazione del Rotary Club rappresenta un passo fondamentale nel nostro continuo impegno per l’innovazione e l’eccellenza nel campo della riabilitazione neurologica".