Un Gp di Formula 1 in Autodromo a Imola
Un Gp di Formula 1 in Autodromo a Imola

Imola, 13 marzo 2019 - Forti segnali di disgelo tra il Comune e l’Autodromo. Dopo le recenti tensioni tra la Giunta e i vertici del circuito, compiuti passi avanti decisivi verso l’approvazione di un calendario eventi meno restrittivo del previsto in materia di rumore. E che dunque eviterebbe a Formula Imola di chiudere in passivo anche il 2019. Si profila infatti il via libera a 139 giornate di attività (e non 109 come ipotizzato all’inizio), delle quali 60 in deroga più altre 30 nelle quali il contestato fonometro in corrispondenza della postazione di via dei Colli, la numero 7, dovrebbe in sostanza godere di un regime speciale.

Mentre si aspetta l’ok definitivo della Giunta a questa nuova bozza di fatto già avallata da Con.Ami (quella da 109 giornate rischiava di far chiudere il 2019 l’Autodromo in perdita di altri 200mila euro), ieri in Municipio si sono incontrati la sindaca Manuela Sangiorgi, il presidente di Formula Imola, Uberto Selvatico Estense, il direttore del circuito, Roberto Marazzi, e il numero uno della Federazione motociclistica italiana, Giovanni Copioli. Assente – almeno nella foto diffusa al termine del summit – l’assessore all’Autodromo, Maurizio Lelli.

A mediare tra le parti pare abbiano contributo proprio i vertici della Fmi, che all’incontro hanno presentato anche «gli ultimi aggiornati studi relativi all’impatto ambientale» eseguiti proprio dalla Federmoto. In questo senso, è stato illustrato il progetto di monitoraggio acustico dei maggiori autodromi italiani che prenderà il via prossimamente. E "grande interesse", a questo proposito, pare sia stato manifestato – secondo chi era presente all’incontro – anche dall’assessore all’Ambiente, Andrea Longhi.
"Abbiamo ripreso un dialogo che deve tener conto anche delle esigenze dei cittadini, ma ho trovato un nuovo spirito di collaborazione – sottolinea la sindaca Sangiorgi–. Ho apprezzato l’intervento istituzionale della Fmi e i recenti studi eseguiti in tema di impatto ambientale mi auguro possano essere utili per trovare delle soluzioni comuni".

Soddisfazione espressa anche dal presidente Fmi. "Daremo sempre il nostro massimo supporto per trovare delle soluzioni condivise a tutela certo dello sport e del grande pubblico – spiega Copioli –. Ho trovato interlocutori propositivi e pronti ad un dialogo costruttivo. I nostri studi e lavori sull’impatto ambientale delle attività motoristiche sono, in questo senso, strumento davvero utile e produttivo". Anche Selvatico Estense si è detto "soddisfatto e ottimista" al termine del summit. "Ringrazio davvero il prezioso lavoro di mediazione istituzionale che il presidente Copioli ha compiuto e dell’interesse della Fmi verso il circuito – sottolinea il presidente di Formula Imola –. Con la sindaca Sangiorgi e con la Giunta si è ricucito un rapporto che credo possa portare a risultati concreti e di reciproca soddisfazione".