Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
12 mag 2022

Biciclette e abbigliamento d’epoca Un compleanno speciale in piazza

Sei amici si sono ritrovati prima in pasticceria e poi sotto l’Orologio e presto andranno al lago d’Iseo

12 mag 2022
I sei amici imolesi sotto l’Orologio: hanno due bici di inizio Novecento
I sei amici imolesi sotto l’Orologio: hanno due bici di inizio Novecento
I sei amici imolesi sotto l’Orologio: hanno due bici di inizio Novecento
I sei amici imolesi sotto l’Orologio: hanno due bici di inizio Novecento
I sei amici imolesi sotto l’Orologio: hanno due bici di inizio Novecento
I sei amici imolesi sotto l’Orologio: hanno due bici di inizio Novecento

Un gruppo di grandi amici imolesi ogni anno si ritrova, per fare quattro chiacchiere, ridere, scherzare, celebrare compleanni e farsi compagnia con la passione per la bicicletta. E’ successo anche quest’anno, ma la pioggia ci ha messo lo zampino: si doveva essere in tanti e invece in pasticceria prima e in piazza poi erano in sei. Lo racconta Enrico Guardigli, fresco sessantunenne (ha festeggiato il compleanno proprio con questi amici): "Ci siamo vestiti un po’ alla vecchia maniera, tra il serio e il faceto (uno di loro indossa un cappello a cilindro, un altro sfoggia abiti di fattura anni Trenta, ndr), e dopo la tappa da ‘Villa’ siamo andati sotto l’Orologio. Con noi c’era Italo, grandissimo collezionista di bici e proprietario di alcuni autentici pezzi unici. In piazza aveva una Peugeot e una Bsa di inizio ’900 (piccolo consiglio: scartabellare il sito troppebici.it, ndr)".

La cosa più bella è stata però l’incontro del tutto casuale, proprio all’incrocio tra la via Emilia e la via Appia, con un gruppo di ciclisti tedeschi. "Venivano da Mantova, e avevano toccato Ferrara, Ravenna, Rimini – racconta Guardigli – e poi sulla via Emilia si stavano dirigendo verso Bologna. Non ci saremmo mai incontrati, neanche a farlo apposta, ma il destino ha voluto regalarci questo momento di passione comune per le due ruote".

"Le biciclette di Nanni sono spesso esposte in rievocazioni storiche – conclude Guardigli – Le useremo presto: andremo al Lago d’Iseo". In sella, naturalmente.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?