Quotidiano Nazionale logo
8 mag 2022

Bilancio Comune di Imola: sei milioni da investire

Via libera della Giunta al rendiconto finanziario 2021. Il vicesindaco Castellari: "Onoreremo gli impegni assunti con i cittadini"

enrico agnessi
Cronaca
Il vicesindaco Fabrizio Castellari parla dai banchi della giunta durante una seduta del consiglio comunale
Il vicesindaco Fabrizio Castellari parla dai banchi della giunta

Imola, 8 maggio 2022 - Un avanzo di amministrazione da circa 27 milioni, di cui 14 accantonati, 7 vincolati e 6 subito disponibili. La giunta comunale ha approvato il rendiconto dell’esercizio finanziario 2021 che, ottenuto il parere positivo dei revisori dei conti, verrà ora discusso prima in commissione Bilancio e poi in Consiglio comunale. Il tutto entro la fine di maggio. Il conto economico si chiude con un risultato negativo di esercizio di oltre tre milioni, che verrà coperto "riducendo la voce risultato economico di esercizio derivante dagli esercizi precedenti", si legge nella delibera al vaglio delle forze politiche di maggioranza e opposizione. "La fotografia che esce dal rendiconto 2021 è quella di un bilancio sano e solido, con i conti in ordine, nella migliore tradizione di questa città – rivendica il vicesindaco Fabrizio Castellari, titolare appunto della delega al Bilancio –. Da qui ripartiamo per guardare avanti, dopo gli anni segnati dall’emergenza Covid, dando priorità a tre aspetti: investimenti e nuove manutenzioni, il contrasto al caro bollette e il sostegno alle famiglie. Un’ottima notizia in un anno, il 2022, in cui vorremmo davvero attuare la ripartenza e voltare pagina dopo un biennio contrassegnato dall’emergenza Covid, che ha segnato anche i bilanci degli enti locali, oltre a quelli delle famiglie e delle imprese". I numeri, dunque. "Abbiamo un avanzo libero che supera i 5,9 milioni di euro che – prosegue Castellari – si deve tra l’altro all’aumento delle somme riconosciute dallo Stato nel Fondo funzioni fondamentali per l’emergenza Covid, a un aumento delle entrate extra-tributarie e a una attenzione diligente alle spese, oltre al riordino del fondo crediti e dei fondi accantonati". Nei piani del Comune, l’avanzo libero verrà utilizzato per dare risposta a tre priorità. La prima: sostegno agli investimenti e rafforzamento delle manutenzioni a partire da scuole, strade, ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?