Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

Cassa, più sostegno alle imprese Patuelli rieletto presidente

Ok al bilancio dell’istituto il cui Gruppo comprende Banca di Imola. Parametri in crescita, utile oltre i 19 milioni

Cresce il sostegno alle attività economiche di imprese e famiglie, aumenta la raccolta e sale l’utile. Antonio Patuelli rieletto per acclamazione presidente della Cassa di Ravenna. Si è tenuta ieri mattina al Teatro Alighieri l’assemblea dell’istituto di credito di Piazza Garibaldi che ha approvato all’unanimità i risultati individuali della Cassa e quelli consolidati di Gruppo, relativi all’esercizio 2021. Sulla base dei dati illustrati dal direttore generale Nicola Sbrizzi, la raccolta diretta da clientela è salita a 4.331 milioni di euro (+7,6%) e la raccolta indiretta a 5.631 milioni di euro (+9,8%), di cui 2.996 milioni (+11,2%) di risparmio gestito (comprensivo dei prodotti finanziario-assicurativi). La raccolta complessiva è cresciuta, quindi, a 9.963 milioni di euro (+ 8,8%). Cresce anche il sostegno alle attività economiche di imprese e famiglie, con impieghi che hanno raggiunto i 3.216 milioni di euro (+7,1%).

L’utile dell’operatività corrente della Cassa di Ravenna è salito a 27,4 milioni di euro (+21,29%). L’utile netto della Cassa di Ravenna è cresciuto a 19,693 milioni di euro (+17,10%). L’assemblea della Cassa ha deliberato la distribuzione di un dividendo nella forma di un’azione ogni 38 possedute o, a richiesta di ciascun socio, in contanti, di 40 centesimi di euro (lordi) per azione. Nel bilancio consolidato del Gruppo Cassa, il margine d’interesse è di 102 milioni di euro (+12,61%), le commissioni nette 81,7 milioni di euro (+8,5%), il margine di intermediazione 201,7 milioni di euro (+7,1%), le rettifiche di valore e gli accantonamenti per rischio di credito 39,6 milioni di euro (-12,4%), il risultato netto della gestione finanziaria è di 159,7 milioni di euro (+12,3%), i costi operativi ammontano a 123,7 milioni di euro (+2,3%). Le spese amministrative risentono dei costi obbligatori straordinari per salvataggi di banche concorrenti per 8,361 milioni di euro e dei costi straordinari sostenuti per l’emergenza Covid.

Nel bilancio consolidato la raccolta diretta da clientela è cresciuta a 6.303 milioni di euro (+9,22%), la raccolta indiretta è cresciuta a 7.784 milioni di euro (+8,97%), di cui 4.074 milioni di euro (+11,31) di risparmio gestito (comprensivo dei prodotti finanziario-assicurativi). La raccolta complessiva da sola clientela ha superato i 14.087 milioni di euro (+9,08%). Gli impieghi a famiglie e imprese crescono a 4.255 milioni di euro (+9,23%). L’utile lordo consolidato del Gruppo Cassa è salito a 39,5 milioni di euro (+65,21%), l’utile netto consolidato è cresciuto a 26,9 milioni di euro (+78,04%).

L’assemblea della Cassa di Ravenna ha eletto il nuovo Consiglio di amministrazione nel quale sono entrate a far parte Antonella Cappiello, docente universitaria di Economia degli Intermediari Finanziari all’Università di Pisa, Francesca Fiorentini, ingegnere libero professionista di Ravenna, Alessandra Penevidari, avvocato cassazionista cresciuta professionalmente nello Studio legale Grande Stevens di Torino. Inoltre Chiara Bulgarelli, avvocato libero professionista in Ravenna, è diventata nuovo sindaco effettivo della Cassa di Ravenna. Presidente del Collegio sindacale è stato rieletto Giuseppe Rogantini Picco. Il Consiglio di amministrazione si è immediatamente riunito e ha rieletto presidente per acclamazione Antonio Patuelli, vice presidente vicario Giorgio Sarti e Francesco Gianni vice presidente.

lo. tazz.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?