Quotidiano Nazionale logo
6 mag 2022

Castel San Pietro, una città da favola

Domani sul Lungo Sillaro presentazione del libro di fiabe e disegni realizzato da 450 alunni di scuole d’infanzia, primarie e secondarie

Il sindaco Fausto Tinti con Giulia Naldi, assessora alla Scuola
Il sindaco Fausto Tinti con Giulia Naldi, assessora alla Scuola
Il sindaco Fausto Tinti con Giulia Naldi, assessora alla Scuola

Con una grande festa nel parco Lungo Sillaro domani pomeriggio l’amministrazione comunale e le scuole di Castel San Pietro presentano alla cittadinanza il libro ‘Castel San Pietro Terme, una città da Favola’, un progetto proposto da Gemma Edizioni al quale hanno partecipato 454 alunni delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado, che hanno creato un’ottantina di racconti e tantissimi disegni dedicati a Castel San Pietro. Il progetto, rivolto ai Comuni insigniti della qualifica ‘Città che legge’ da parte del Cepell, Centro per il libro e la lettura del Ministero della Cultura, si era svolto nelle classi alla fine dello scorso anno scolastico e nell’autunno 2021 il libro era già stampato, ma, vista la situazione contagi, allora si era preferito rinviare la presentazione alla primavera successiva, anche in attesa della fine delle restrizioni anti-Covid. L’appuntamento è alle 15,30 nell’area della Fonte Fegatella dove si terrà l’apertura della festa con il saluto del sindaco Fausto Tinti e dell’assessora alla scuola Giulia Naldi, dei dirigenti scolastici e dell’editore. Dalle 16 in poi i bambini saranno coinvolti a gruppi nella consegna del libro e in tante attività e spettacoli di giocoleria e bolle, giochi di una volta e burattini. Ci sarà anche un’area espositiva con i disegni fatti dalle scuole. In caso di maltempo la festa si svolgerà al Cassero Teatro Comunale. "Nel 2020 Castel San Pietro è stata promossa ‘Città che legge’ – sottolinea il sindaco Fausto Tinti –, un riconoscimento che ci riempie di orgoglio perché premia l’impegno dell’Amministrazione comunale per la valorizzazione della lettura e delle biblioteche territoriali e la sua capacità di fare rete con le scuole, la libreria indipendente e le tante associazioni culturali castellane. Questo libro di favole, scritte dai nostri promettenti studenti, sublima il nostro lavoro in poesia di comunità. E’ un piccolo importante passo verso ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?