Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
26 mag 2022

Comune, le cause legali valgono due milioni

Decine di contenziosi in corso per l’amministrazione. Carapia (Lega): "Basta sprechi, serve un servizio di avvocatura interno"

26 mag 2022
enrico agnessi
Cronaca
Simone Carapia, consigliere comunale della Lega, incalza l’Amministrazione
Simone Carapia, consigliere comunale della Lega, incalza l’Amministrazione
Simone Carapia, consigliere comunale della Lega, incalza l’Amministrazione
Simone Carapia, consigliere comunale della Lega, incalza l’Amministrazione
Simone Carapia, consigliere comunale della Lega, incalza l’Amministrazione
Simone Carapia, consigliere comunale della Lega, incalza l’Amministrazione

di Enrico Agnessi

Dal pagamento contestato dei tributi ai ricorsi al Tar dei gestori delle sale slot e di quelli delle antenne di telefonia mobile, passando per le battaglie legali sulla discarica Tre Monti. E ancora: tanti ricorsi di cittadini e imprese sui temi più diversi. È lunga, e comprende nel complesso decine di cause in corso (sarebbero 103, ma in molti casi si tratta di questioni legate a un unico procedimento), la lista dei contenziosi (aggiornata a fine 2021) che coinvolgono il Comune.

Per quanto riguarda tasse e imposte il cui pagamento viene impugnato dai privati, ci sono in ballo quasi 60mila euro divisi in tre diverse cause. Indeterminato è invece il valore delle liti giudiziarie a carico del settore Sviluppo economico: dieci contenziosi che, nel caso si concludessero tutte con una sconfitta del Comune, costerebbero 50mila euro di spese accessorie alle casse dell’ente di piazza Matteotti, che per questo motivo accantona (in questo caso e negli altri) una parte degli importi nel proprio bilancio.

Il servizio Patrimonio, pianificazione, edilizia privata e ambiente conta invece una ventina di vicende giudiziarie in essere per un valore complessivo di 1,5 milioni. C’è poi, nel settore Segreteria generale, un altro contenzioso ‘pesante’: vale oltre 300mila euro e riguarda una mancata nomina con relativo risarcimento del danno. Il grosso delle cause legali afferisce però al comparto della Polizia locale. Ed è correlato alle famose, in quanto già ampiamente discusse in vari Consigli comunali e commissioni, 69 multe comminate a Formula Imola per il troppo rumore registrato in Autodromo negli anni 2018 e 2019 per un totale di 36mila euro circa.

È ovvio che, per tutelarsi e per cercare di far valere le proprie ragioni, l’amministrazione debba ricorrere agli avvocati spendendo, per ogni affidamento, alcune migliaia di euro. Ed è proprio su questo punto che il leghista Simone Carapia avanza dei dubbi. "Anche su questo settore la disorganizzazione e lo sperpero imperano a piazza Matteotti – attacca il consigliere comunale di opposizione -. Bisogna finirla di fare i brillanti con i soldi dei cittadini per gli avvocati esterni: è giunta l’ora d’istituire un settore contenziosoavvocatura interno al Comune. Enti più piccoli del nostro come Sassuolo è da diverso tempo che lo hanno già fatto". E il vantaggio, almeno secondo la lettura di Carapia, è presto detto: "Si limitano in questo modo gli incarichi esterni e con questo servizio, oltre a prestare una funzione contenziosa, gli avvocati forniscono la propria consulenza senza limiti di materia, agli organi istituzionali e burocratici del Comune".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?