Quotidiano Nazionale logo
27 mar 2022

Crostata super con spinaci e squacquerone

Abituati a vederlo sciogliersi al calore della piadina romagnola, lo Squacquerone, morbido e cedevole, viene qui proposto in una gustosissima torta salata. Facile, pur richiedendo tempi un po’ lunghi, è comoda da trasportare e agevole da servire anche in spazi ristretti. Lo squacquerone è un formaggio morbido, senza crosta o buccia, ottenuto solo da latte vaccino intero. Ha un colore bianco, madreperlaceo e appartiene alla tradizione casearia della Romagna: ha ottenuto la 35ª Dop regionale registrata dall’Ue.

Crostatina di spinaci e Squacquerone di Romagna dop

Ingredienti per 68 persone

Per il ripieno: 1 kg. spinaci freschi, 200 gr. di formaggio squacquerone non troppo maturo, parmigiano, 1 spicchio d’aglio, rosmarino, olio extravergine, sale. Mondate e cuocete gli spinaci in poca acqua salata, scolateli bene e tritateli. In una padella mettete un po’ d’olio e quando sarà caldo buttateci per 30 secondi uno spicchio d’aglio schiacciato e un rametto di rosmarino che poi toglierete. Unite gli spinaci che farete saltare per un minuto circa, prima di utilizzarli come ripieno.

Per la pasta: 225 gr. di farina 00, 15 gr. di zucchero, 15 gr. di lievito di birra, 150 gr. di burro, 1 uovo, sale. Sul tagliere impastate la farina con tutti gli altri ingredienti. Lavoratela bene e mettetela a lievitare in un luogo caldo dentro a una terrina coperta con un tovagliolo. L’impasto raddoppierà di volume. Dopo circa un’ora dividete l’impasto a metà e tirate due sfoglie con il mattarello. Con una delle due parti foderate una tortiera di cm. 28 di diametro, precedentemente imburrata. Fate uno strato di spinaci, spolverizzate con parmigiano, distribuiteci sopra le fette alte un dito di Squacquerone e coprite con l’altra metà della pasta, cercando di premere bene sui bordi.

Infornate a 200° per circa 20 minuti. Tagliate a fette e servite immediatamente. Se preparata anticipatamente, tagliatela a fette da fredda e passatela in forno.

Ambra, ristoratrice e sommelier

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?