Quotidiano Nazionale logo
18 mar 2022

Gara di solidarietà per i profughi In partenza i pacchi con gli aiuti

I ’gemelli’ di Pila: "La generosità degli imolesi ci riempie il cuore di gioia. Vi sentiamo vicini"

La mobilitazione scattata nei giorni scorsi in città, grazie alla quale un tir un carico di generi di prima necessità partirà oggi pomeriggio alla volta della Polonia a sostegno delle migliaia di profughi ucraini accolti in quel Paese, è stata particolarmente apprezzata dal Comune polacco di Pila, gemellato con Imola, dove arriveranno gli aiuti. Tra le due realtà esiste infatti un accordo di collaborazione, siglato nel 2017, che ha visto fin da subito l’avvio di scambi molto stretti e fruttuosi, in vari campi, da quello culturale a quello enogastronomico, fino alla partecipazione a bandi europei.

"È una partnership che neppure la firma degli accordi migliori non può garantire... dipende solo dalla grandezza dei partner – ha scritto sui social la vicensindaca della città polacca, Beata Dudzinska –. I prodotti andranno al punto di supporto per i rifugiati la prossima settimana. Grazie al Comune di Imola, è commovente ed edificante sapere che non abbiamo avuto il tempo di chiedere, e voi avete avuto il tempo di pensare a noi... Verrà il momento per esprimere meglio la nostra gratitudine".

A promuovere e organizzare la raccolta è stato il Comitato gemellaggi del Comune, guidato dalla sua presidente Annalia Guglielmi. "L’idea è nata d’accordo con il sindaco Marco Panieri e con l’assessore ai Gemellaggi e relazioni internazionali, Elena Penazzi, vedendo quello che sta succedendo ai confini polacchi e parlando con la vicesindaca di Pila – racconta la Guglielmi –. Il comitato gemellaggi si è attivato con il passaparola e coordinando gli aiuti insieme all’oratorio di San Giacomo che ha messo a disposizione i locali e le persone". Nei giorni scorsi, con il passa parola scattato immediatamente, sono stati raccolti oltre 300 pacchi, suddivisi per tipologia, contenenti generi alimentari, medicine, prodotti per l’igiene, coperte, abiti per uomo, donna e bambino. Nel frattempo, la raccolta prosegue. Dalla settimana prossima, infatti, ci sarà un magazzino allestito in uno spazio del centro sociale "La Stalla" (aperto per le consegne dei beni martedì dalle 10 alle 12 e venerdì dalle 16 alle 18). Per ogni ulteriore informazione ci si può rivolgere direttamente ad Annalia Guglielmi (339-8896815).

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?