Ottanta speaker, tavole rotonde, monologhi ‘ispirazionali’ (venti minuti di pensiero manageriale in forma teatrale) con tappe a Ivrea (17 e 18 settembre, Officina H), Imola (24 e 25 settembre, Autodromo) e Bari (26 ottobre, Politecnico) "contro le fake news e in difesa di una nuova cultura del lavoro". Torna dal vivo ‘Nobìlita’, festival nazionale alla quarta edizione,...

Ottanta speaker, tavole rotonde, monologhi ‘ispirazionali’ (venti minuti di pensiero manageriale in forma teatrale) con tappe a Ivrea (17 e 18 settembre, Officina H), Imola (24 e 25 settembre, Autodromo) e Bari (26 ottobre, Politecnico) "contro le fake news e in difesa di una nuova cultura del lavoro". Torna dal vivo ‘Nobìlita’, festival nazionale alla quarta edizione, con l’attualità che ha segnato gli ultimi mesi. Cinque giorni per rimettere il tema del lavoro al centro dell’informazione e dei dibattiti nazionali. ‘Nobìlita’ è organizzato da FiordiRisorse (comunità d’affari premiata nel 2008 da LinkedIn come "Best practice italiana" a cui aderiscono oltre 8mila tra manager e aziende per condividere competenze e networking di alto livello) e Senza Filtro, il giornale della cultura del lavoro, edito da FiordiRisorse.

"Dopo un anno e più di emergenza legata al Covid-19 siamo pronti a portare un pensiero nuovo e ad aprire un confronto sul futuro del nostro Paese e della nostra comunità – afferma il sindaco Marco Panieri –, avviando un dibattito che sappia coinvolgere tutti gli attori protagonisti del mondo del lavoro. L’obiettivo è di proporre una nuova narrazione che porti a dare fiducia, crescita e sviluppo alle imprese ed ai territori che partecipano e che arricchisca il panorama economico, sociale e culturale della nostra comunità".

Per il direttore generale dell’Autodromo, Pietro Benvenuti (foto), i circuiti come quello imolese "non devono essere più solo contenitori di eventi motoristici ma avere l’obiettivo di aprire le porte a eventi, sociali, culturali, musicali, sfruttando i grandi spazi a disposizione. ‘Nobìlita’ - prosegue Benvenuti – è un esempio significativo di questa nuova filosofia che stiamo portando avanti, tanto più importante in questa occasione perché riguarda uno degli aspetti del vivere dignitoso dell’uomo, ovvero il lavoro".