Quotidiano Nazionale logo
27 apr 2022

Il giardino Rambaldi continua a sperare nel Pnrr

Attesa per l’eventuale assegnazione di 1,3 milioni per la riqualificazione

È atteso nelle prossime settimane l’eventuale disco verde alla richiesta di assegnazione dei fondi del Pnrr avanzata dal Comune per l’intervento di riqualificazione del Giardino Rambaldi. Il maxi-progetto da 1,3 milioni, che coinvolge anche l’Università di Bologna, prevede una riqualificazione più ampia e articolata, rispetto a quella presentata nel 2021, alla luce del confronto emerso con la Soprintendenza e con il Comitato Amici di San Domenico.

Per quanto riguarda pavimentazioni e aiuole, si parla di un ridisegno che "ne mantenga il carattere curvilineo romantico", ma al tempo stesso metta al centro la sicurezza e la facilità fruizione dell’intera area. Secondo quanto contenuto nel progetto, è "fondamentale il censimento della vegetazione e del suo stato, sia arborea che prativa". Piante e alberi, in particolare, potranno essere aggiunti, se necessario, "in funzione delle relazioni con gli elementi vicini e le diverse visuali verso edifici e spazi limitrofi".

Il Comune aveva annunciato inoltre un lavoro sui pavimenti per garantire "un maggior respiro agli apparati radicali delle piante soprattutto in alcune zone dove il pavimento in asfalto denota dissesti". Venendo invece ai prati, alcune zone presentano "una crescita molto stentata causata dalla poca luce e dalla presenza degli aghi dei cedri". E anche qui ci sarà da lavorare.

Infine verranno introdotti strumenti, soluzioni e dispositivi oggi non presenti nel Giardino di San Domenico e che rimarranno nella disponibilità del Comune al termine del processo di restauro e riqualificazione. Si tratta, in particolare delle rete hot-spot wifi e dell’impianto di videosorveglianza; di strumenti specifici per assicurare un’adeguata esperienza di visita alle persone con disabilità motoria, sensoriale o cognitiva; di pannelli informativi con QR-code che permettono di ampliare e approfondire le informazioni sul giardino e il museo; di una audioguida su base cartografica Google Maps, visualizzabile su dispositivi mobili.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?