Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
26 mar 2022

"Il mio incontro con il lupo dietro casa"

L’animale fotografato in zona autostrada da Nicola Presicci

26 mar 2022
Il lupo fotografato vicino all’A14
Il lupo fotografato vicino all’A14
Il lupo fotografato vicino all’A14
Il lupo fotografato vicino all’A14
Il lupo fotografato vicino all’A14
Il lupo fotografato vicino all’A14

Emozioni da film davanti a quel mantello inconfondibile e agli occhi penetranti. "Mi è sembrato di essere in ’Into the wild’ (la pellicola targata Sean Penn, ndr)", dice Nicola Presicci, descrivendo il suo incontro con due lupi, avvenuto ieri mattina in zona autostrada. "Questa mattina (ieri, ndr) – racconta –, uscendo di casa per andare al lavoro ho visto due figure stagliarsi fra l’erba. Non erano né grosse lepri né caprioli come tanti se ne vedono da queste parti, ma due lupi".

Nicola si arma di telefonino e scatta una foto a uno degli animali in via Vicolo Bussolo: un esemplare bello, robusto e piuttosto tranquillo. "Non si sono spaventati alla mia vista – prosegue –, ma mi hanno semplicemente ignorato, proseguendo nel loro cammino come se nulla fosse". Nel frattempo si moltiplicano gli avvistamenti degli animali nelle vicicanze della città. Qualche tempo fa, proprio su queste pagine, avevamo riportato la testimonianza di un allevatore, la cui pecora era finita tra le fauci di un predatore. Più recentemente, un esemplare è stato rinvenuto senza vita a lato della carreggiata.

Secondo gli esperti però i lupi non sarebbero pericolosi per l’uomo. "Non sono preoccupato di averli a due passi da casa – prosegue il lettore –, ma piuttosto lo sono per i lupi e mi domando cosa li abbia spinti così vicino all’uomo: qui per loro i pericolo sono tanti, dalle auto fino ai cani da guardia".

g. t.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?